Cerca nel blog

giovedì 28 gennaio 2016

Roma-Parigi, che differenza!

 rainews.it


Rohani-a-Parigi-Femen-seminuda-simula-impiccagione-contro-la-pena-di-morte-in-Iran

28 GENNAIO 2016 Manifestazione shock delle Femen in occasione della visita di Hassan Rohani a Parigi. Mentre il presidente iraniano riceveva gli omaggi militari agli Invalides, il complesso napoleonico nel cuore di Parigi, poco distante - nei pressi della Tour Eiffel - le attiviste simulavano un'impiccagione con tanto di bandiera iraniana dipinta sul seno nudo. Una delle attiviste ha infatti manifestato appesa con una corda al ponte Debilly. Sopra di lei uno striscione con scritto 'Benvenuto Rohani, boia della libertà'. "È per dare il benvenuto al presidente iraniano, per farlo sentire a casa: nel suo Paese ogni anno più di 800 persone sono condannate a morte", hanno spiegato le Femen. La protesta mira a sottolineare che, come denunciato nell'ultimo rapporto di Amnesty International, dopo la Cina l'Iran è il paese che ricorre più spesso alla pena di morte. A Parigi, Rohani ha incontrato il premier Manuel Valls, i ministri degli Esteri e dell'Economia Laurent Fabius e Emmanuel Macron, nonché rappresentanti del mondo dell'economia e della Confindustria (Medef) con cui sono stati conclusi numerosi contratti. All'Eliseo niente pranzo né cena ma solo un'austera riunione pomeridiana anche per evitare nuove polemiche rispetto alla pretesa di Teheran di bandire il vino da tavola a cui Hollande non si è voluto piegare.



Parigi ha firmato ugualmente contratti economici con l'Iran senza prosternarsi in modo servilmente ridicolo, anzi, giustamente orgoglioso dei vini francesi Hollande non li ha voluti togliere ridicolmente dalla tavola ed ha offerto a Rohani un semplice thè! 
Insomma, bisogna finirla di pretendere il RISPETTO per la propria cultura a casa propria e anche a casa degli altri!
In Italia, invece, arriviamo ad atti di autocancellazione della nostra cultura sia a livello istituzionale governativo, sia in ordine sparso da parte di singoli, presidi, magistrati, che chiedono l'eliminazione del crocefisso o del Presepe in alcuni luoghi pubblici!!
Trovo questo servilismo culturale spacciato per "apertura all'altro" RIVOLTANTE.
Sono Italiana e felice di esserlo e rivendico i simboli della nostra tradizione che sono i simboli della nostra identità culturale.
La bellezza offende la barbarie
Il servilismo offende l'intelligenza

Ripubblico un elenco dei libri da me scritti o tradotti


venerdì 4 settembre 2015

I miei scritti


Pubblicazioni

Storia della Scienza Contemporanea - "Il XX Secolo"- Lucarini Editore - Roma 1983-84
Traduzione e Cura di Rita Coltellese - Opera in 5 Volumi


Per la Storia della Matematica è stata necessaria la revisione del Prof. Giuliano Natali e per una parte della Dott.ssa Silvia Resta. Tradurre non è semplice consultazione di un vocabolario, non essendo tutti i termini scientifici in esso contenuti. Anche volendo adottare un vocabolario scientifico specifico (cosa che mi sono rifiutata di fare per i costi di approvvigionamento, date le Scienze diverse di cui si parla nell'Opera) comunque non tutti i termini vi si trovano.  Dunque il mio lavoro si è svolto spesso con l'intuizione e la ricerca del termine giusto nell'Enciclopedia Italiana o in testi Universitari di Biologia, Genetica, Medicina che avevo in casa, avendo io studiato e dato alcuni esami per il Corso di Laurea in Medicina e Chirurgia senza però laurearmi.





Ho un ottimo ricordo dell'Editore Lucarini. Ricordo una sera nel suo studio presso la Casa Editrice fare le dieci di sera per decidere le copertine esaminando varie foto. Purtroppo l'Editoria in Italia non è un buon investimento e Lucarini, ancora in campo, non si arrende e così risponde in un'intervista del 20 novembre 2014:
 Possiamo definire la sua come “editoria di destra”? «Certo. Io vorrei essere considerato un editore di tutta un'area politica, come faceva un tempo Einaudi per tutta la sinistra. Vorrei rappresentare tutte le anime della destra, anche perché la destra ha bisogno di cultura, anche se molto spesso l'ha trascurata, a differenza della sinistra. Il fatto è che la cultura non paga nel breve periodo, ma nel lungo sì».

Una raccolta di Novelle uscita nel 2011 di cui una soltanto è una storia totalmente inventata 

Un romanzo breve o racconto lungo uscito nel 2006: una analisi della realtà sulla incapacità delle persone di essere autentiche.

Uscito nel 2007: un Romanzo diviso in XVI capitoli sulla cruda realtà universitaria.


Uscito nel 2010, il mio primo Romanzo Giallo, storia inventata.., ma non tanto, divisa in XXVII capitoli. Una nota: nessuno, fra i lettori con cui ho potuto parlare, ha indovinato l'assassino.

Di queste Opere cartacee, escluse quelle pubblicate da Lucarini Editore, ho il pieno possesso del Diritto D'Autore e possono da me essere ripubblicate presso qualsiasi Editore.

Cronache di pazzie quotidiane: elenco

Elenco degli 11 raccontini brevi delle Cronache, con la data di pubblicazione su questo blog per facilitarne la lettura cercandoli tramite data dal calendario a destra della Home Page, oppure cliccando sul relativo link:

Cittadino reso Fantozzi - 15 maggio 2013
Rita Coltellese *** Scrivere: Cronache di pazzie quotidiane

Solo un'informazione... - 27 maggio 2013
Rita Coltellese *** Scrivere: Cronache di Pazzie Quotidiane

Crostate e collane - 5 giugno 2013, ripubblicata il 15/11/2014 e il 25/04/2015
Rita Coltellese *** Scrivere: Cronache di pazzie quotidiane