Cerca nel blog

lunedì 11 luglio 2016

La Società Italiana cambiata a forza di propaganda

Premessa: non sono fascista, non lo sono perché figlia di antifascista e cresciuta conoscendo la Storia dalla sua viva voce visto che a scuola non se ne parlava affatto.
Non sono razzista: la mia prima amichetta e compagna di giochi era una bella bambina di pelle nera e una "capoccia" di ricciolini crespi, un poco più grande di me, che all'epoca avevo 5 anni, e giocavamo insieme a Fontana di Trevi, nello spazio fra la fontana e i sedili di pietra dove sedevano mia madre sferruzzando su un sedile e il padre di pelle nera di lei leggendo il giornale su un altro. Lui, mi disse mio padre che ogni tanto ci raggiungeva quando eravamo lì, era un mutilato di guerra di prima categoria, avendo combattuto con il nostro Paese, ed aveva una gamba tesa per sempre quale infermità permanente.
Era l'Italia del 1950 e di gente di pelle nera non ce ne era tanta come adesso, ma per me era normale essendo usuale.
Questa premessa è solo per chi leggesse casualmente questo post, per chi mi legge qualche volta è inutile perché conosce le mie idee, che sono idee moderate, non schierate e con l'attenzione posta alla concretezza dei fatti.
Ed è della concretezza dei fatti di cui voglio parlare in questo post, dopo aver sfrondato, spero, ogni dubbio e conseguente etichettamento di "fascio" o di "razzismo".

Le Società cambiano, ma non mi piace quando si vuole cambiarle con leggi che favoriscono minoranze, ignorando bisogni delle maggioranze, e facendosi aiutare da una informazione fasulla e mirata a voler far accettare per forza certe scelte.
L'immigrazione che ci viene imposta da scelte di chi ci governa non è inevitabile come blaterano in perfetta malafede. Prova ne è che Berlusconi tentò di fermare questa marea umana, che saliva dall'Africa più profonda, facendo suo malgrado un accordo con Gheddafi. I soliti con il cervello schierato a sinistra dissero che era disumano, giacché Gheddafi li gettava nelle sue galere che certo non erano come le criticate, dall'UE, carceri italiane.
Ma la riflessione realistica è: possiamo noi farci carico dei mali del mondo? Basta ridurre, quando ci riusciamo, il male dentro il nostro Paese. Non è suprema presunzione pretendere di essere i soccorritori di tutte le piaghe umane del pianeta? Soprattutto quando i mali e le ingiustizie della nostra Società sono tutt'altro che sanati!!!
Dal governo Berlusconi di allora, e ne sono passati di anni, quanti africani sono sbarcati sulle nostre coste?
E se Berlusconi diplomaticamente fu costretto a fare accordi con Gheddafi non fu perché già il fenomeno andava avanti da un po' ed era diventato incontrollabile?
I governi che si sono succeduti hanno optato per lo sbracamento totale e, per farci abituare, hanno messo su una propaganda che lascia perplessi pure i più tardi di comprendonio. 
Con l'acuirsi della crisi in Siria hanno cominciato a definire, la gente nerissima dei barconi, "siriani", a copertura di ben altro motivo di immigrazione clandestina. Questo avveniva in tutti i TG RAI! A dimostrazione di quanto ci ritengano deficienti e ignoranti, da cui però si pretende che tale RAI venga mantenuta.
Chi scrive paga il "canone" dal 1970, dunque non è sospettabile neppure di critica perché evasore, ma questa RAI la pago per essere presa per i fondelli.
Scrissi qualcosa sui "siriani" neri e dopo un po' forse se ne è accorto pure qualcun altro che era una barzelletta insostenibile.
Allora hanno parlato di generiche "guerre" che erano anche in altri Paesi africani.. Un intero continente disseminato di guerre? Non è vero, basta guardare una qualsiasi cartina politica dell'Africa e si scopre che ci sono tantissime nazioni in cui si può vivere.
Perché chi si trova male nel proprio Paese non emigra via terra in quei Paesi del proprio stesso continente?
E' una bella domanda che negli innumerevoli dibattiti della TV di Stato si guardano bene dal porsi e dall'approfondire. Preferiscono dissertare sul razzismo, sull'accoglienza, mettendo in risalto con sufficienza che, chi non la pensa con il pensiero imposto, è dalla parte sbagliata.
Non solo la TV di Stato da noi mantenuta è su questa linea: anche la TV La7. Una vera omologazione volta a farci accettare l'inaccettabile, così inaccettabile che altre Nazioni si oppongono creando anche terremoti interni, vedi il caso Gran Bretagna.
Visto come sono cattivi ed incivili gli Italiani che non vogliono continuare a mantenere una immigrazione non richiesta e quindi clandestina? Sono in buona compagnia in Europa a quanto pare! E' dunque una inciviltà comune o è sopravvivenza e buonsenso comune?

Renzi ha avuto una intuizione dopo le batoste di Roma, Torino e Napoli: "L'elettorato è fluido." Ha constatato. 
Bene Matteo! Sono contenta che te ne sia reso conto! E sai cosa lo rende "fluido"? LA REALTA' CHE VIVE OGNI GIORNO! 
Volete imporci una immigrazione che gli "intellettuali" di sinistra dai loro salotti dicono non debba mai essere definita clandestina?
E invece è clandestina! Lo è nei fatti, giacché l'Italia è costata qualcosa a chi l'ha fatta, costruita, rimediato i suoi errori, anche lì errori imposti dall'alto di una cultura fascista che non era affatto di tutti! Attenti a non imporre cose che il popolo non vuole... attenti.
Esistono dei confini. Vanno rispettati. Mio nonno fu emigrante negli USA all'inizio del secolo scorso: era pulito ma lo tennero ugualmente in quarantena a Ellis Island:
da: Emigrati.it 
Gli Stati Uniti dal 1880 aprirono le porte all'immigrazione nel pieno dell'avvio del loro sviluppo capitalistico; le navi portavano merci in Europa e ritornavano cariche di emigranti. I costi delle navi per l'America erano inferiori a quelli dei treni per il Nord Europa, per questo milioni di persone scelsero di attraversare l'Oceano.
L'arrivo in America era caratterizzato dal trauma dei controlli medici e amministrativi durissimi, specialmente ad Ellis Island, l'Isola delle Lacrime.
Noi, lungi dall'aprire le porte, ce le ritroviamo sfondate da un'orda umana che, dopo essere stata spacciata per "siriana" da indecenti TG RAI, ora viene definita di "emigranti economici". La loro economia, però, non la nostra che si disperde in mantenimento.
Spero che gli Italiani, disperati, puniscano questo PD e le sue scelte scellerate. Quelli di SEL, i nostalgici di un comunismo che già ha dimostrato cosa sa comportare in Paesi come la Romania, la Bulgaria, l'Ungheria ecc. ecc., continuassero pure a dire che "bisogna accogliere", in un Paese senza lavoro, orde di persone da mantenere non si sa perché! 
Anche se il perché lo ha detto chiaramente il truffatore e conseguente assassino Buzzi nelle intercettazioni dei Benemeriti Carabinieri: "Gli immigrati rendono più della droga."
Ma non rendono a noi contribuenti! Bensì alle ONLUS, Cooperative Sociali, ONG e similia a cui vanno i soldi che noi contribuenti versiamo nella Casse dello Stato.

Per contro, sempre nella menzogna e nella contraddizione che la scopre, lo Stato annuncia che non ci sono più soldi per noi che ne abbiamo versati e ne versiamo.
Certo! Se dobbiamo mantenere chi non produce e, in generale, un parassitismo diffuso in varie forme grazie a leggi fatte per dare assegni sociali a chi non ha mai versato nulla, pensioni a parenti degli immigrati (Legge Prodi), cure mediche a immigrati clandestini e zingari di varie etnie che non hanno mai pagato nulla... E' ovvio che i soldi per noi non ci sono!

Il rimedio è non dare più la pensioni di reversibilità alle vedove, a cui sono state già negli anni via via ridotte. Bisogna risparmiare!
Poi, leggo su "La Repubblica" cartaceo del 10 luglio scorso pag. 8, che tale Dario Guarise, 73 anni, di Milano, omosessuale malato di tumore, ha sollecitato il governo a far entrare in vigore la Legge sulle Unioni Civili perché vuole sposare il suo convivente Rudy per lasciargli la sua pensione.  
Per contro lo stesso giornale ci informa di come siano in calo i matrimoni fra giovani eterosessuali e sembra quasi che certo pensiero di sinistra  se ne compiaccia... Mentre esalta con "che bello", "come siamo felici", "questa è vera civiltà", "fuori dal medioevo", i matrimoni fra persone dello stesso sesso.

Capite perché ho l'impressione che ci sia in atto una forzatura a voler cambiare la nostra Società sopra le nostre teste?
Stabilendo loro, chi fa le leggi, usando l'informazione drogata e asservita, come dovrà essere la nostra Società nel prossimo futuro.
So che la gente silenziosa non è stupida, come non lo era al tempo del fascio che faceva leggi, come quella contro gli italiani ebrei, che il popolo italiano non condivideva certo... Subiva. Quanto subiremo ancora noi?
Ricordate la defenestrazione di Berlusconi, da me mai votato ma la maggioranza l'aveva eletto... e se davvero siamo in democrazia... Fu voluta dalla Merkel grazie ai titoli che la Germania detiene del nostro enorme debito pubblico, creato da governi precedenti che si sono succeduti nello sfascio, e ci hanno insediato Dracula.. pardon.. è un Fehlleistung... volevo dire Mario Monti! 4 miliardi di euro a MPS.... e sapete il seguito? Appena un anno fa...
da: la Repubblica.it

Mps, restituisce gli ultimi Monti bond

Lo Stato esce dalla porta ma rientra dalla finestra. La banca restituisce i prestiti ricevuti dal governo Monti, ma vedrà il Tesoro entrare nel proprio capitale come azionista con la distribuzione della cedola in titoli
15 giugno 2015
MILANO - Mps ha rimborsato 1,017 miliardi di euro di Monti-bond. La banca ha così completato, dopo il primo rimborso da 3 miliardi di un anno fa, la restituzione degli aiuti di Stato. La banca senese tuttavia non si libera completamente della mano statale. Anzi il pagamento che avverrà il prossimo primo luglio della cedola dei bond in azioni consentirà al Tesoro di passare da semplice creditore ad azionista col 4% del più antico istituto bancario italiano. Il Tesoro ha comunque espresso la volontà di non rimanere azionista a lungo, anzi di avere intenzione di cedere i titoli sul mercato, non appena le condizioni lo renderanno possibile.

E oggi, invece, ci chiedono altri soldi!
Hanno crediti "non esigibili"... 

Concedono prestiti, fidi... a inaffidabili e poi chiedono i soldi a noi contribuenti.

Sono altri parassiti.