Cerca nel blog

sabato 14 febbraio 2015

Costa Concordia: tragedia e farsa

Da: Il Tirreno - Edizione di Grosseto - 12 febbraio 2015

Concordia, Domnica: sentenza giusta, anch'io sono una vittima

Il giorno dopo la sentenza su Schettino, condannato a 16 anni in primo grado, Domnica Cermotan - che sarà risarcita con 30.000 euro di provvisionale - commenta il verdetto dei giudici: "Questo risarcimento è rispettosissimo della mia figura di vittima"

GROSSETO. Chiese, quasi implorò pubblicamente, appena dieci giorni fa: "Risarcitemi. E poi lasciatemi alla mia vita privata". Ora il ristoro c'è. Sono 30.000 euro di provvisionale per i danni subiti nel naufragio della Costa Concordia. Perciò oggi, a poche ore dalla fine del processo di Grosseto, la moldava Domnica Cemortan può dire: "Sono felice che la vicenda si sia conclusa con una sentenza estremamente equilibrata" e che "il risarcimento sia rispettosissimo della mia figura di vittima".

4 commenti
1 giorno fa
Vittorio Palatresi
risarcimento a chi? ad una che era clandestina a bordo solo per soddisfare le voglie sessuali del comandante. Tutto questo gli è servito per avere notorietà, vendere interviste al miglior offerente e buttarsi in politica al suo paese (nel quale spero tu ci rimanga per sempre). Oltretutto fa anche la vittima... che ipocrita!!!
1 giorno fa
zundkabel59
Appunto!
Era clandestina, per cui, visto che doveva esserci, non gli spetterebbe proprio nulla!
2 giorni fa
Giuseppe Marchetti
certo risarcire una che fa sesso con Schettino e lo  distoglie dal suo lavoro e dovere  è proprio il massimo 
1 giorno fa
zundkabel59
Distogliere dal proprio lavoro?
Non esageriamo!
Diciamo che gli alleviava le insostenibili responsabilità del comando.......
Ma la moglie di Schettino non l' ha preso a mattarellate?