Cerca nel blog

lunedì 16 maggio 2016

Verità e.. automobili nascoste..

Da: Quotidiano.Net

Roma, 16 maggio 2016 - La notizia è di qualche giorno fa: Alfio Marchini, candidato sindaco di Roma per il centrodestra, dopo aver girato la città in utilitaria per la sua campagna elettorale, cambia mezzo e sale su una Ferrari grigia, lasciando all'autista la guida della più proletaria Fiat Panda. A scoprirlo, e a raccontarlo a Repubblica locale, è stato un cittadino che ha assistito al cambio d'auto in un autogrill sul Grande Raccordo Anulare.
L'imprenditore spiega che lo fa per non ostentare il suo benessere, ma non riesce a convincere gli internauti e il cambio d'auto è 'esploso' sui social network, cui va a ruota anche il candidato sindaco del Pd Roberto Giachetti.

GIACHETTI AL VELENO - "Ma Marchini è così: la mattina dice una cosa e la sera ne fa un'altra. La mattina dice che è libero dai partiti e la sera fa un accordo con Berlusconi, Alemanno e Storace. Lui è così... Non mi stupisce che quindi usi la Ferrari e poi dietro l'angolo la cambia con un'utilitaria per farsi vedere dagli elettori", è il commento al veleno di Giachetti interpellato da Agorà. 
Ho sentito anch'io in diretta stamane Giachetti ironizzare su Marchini ad Agorà.
Giachetti è una persona vera ed onesta e Matteo Renzi ha voluto che si candidasse anche per l'esperienza che egli ha avuto a lungo nell'Amministrazione di Roma. 
La mia simpatia per lui però, come per chiunque, non fa sconti sulla verità, e la verità è che lui ha lavorato a lungo con uno che si faceva fotografare in motorino, Rutelli, poi andava in Lancia Kappa e scorta a vedere come procedeva la manifestazione estiva "Big Jim" al Foro Italico dove qualcuno, che aveva conseguito laurea e specializzazioni, un giovane medico, veniva pagato Lit. 12.000 l'ora per stare in una infermeria ricavata in un sottoscala a fare la Guardia Medica di Legge per la manifestazione!
Cosa voglio dire con questo? Non solo che in questo Paese chi si fa il mazzo studiando e conseguendo titoli non trova facilmente lavoro e se lo trova viene sfruttato, come il giovane medico, mentre chi in vita sua ha fatto solo il politico, vedi Rutelli, e si finge senza pretese facendosi fotografare su un motorino, cercando di darla a bere che lui è di parche esigenze, in realtà viene strapagato e marcia in Lancia Kappa pagata dai contribuenti. Eh, già! Perché la Lancia Kappa non era sua come il Ferrari di Marchini, il quale se gira per Roma in Panda ha ragione: visto il traffico con un'auto più piccola si gira e si parcheggia meglio.
Purtroppo ho troppa memoria per non beccare in contraddizione le persone. Non era Giachetti a "fare il finto" ma, dato che era uno stretto collaboratore di Rutelli, dovrebbe ricordarsi di questi mezzucci che usava l'ex sindaco di Roma.
Lancia Kappa
 
Rutelli versione basso profilo