Cerca nel blog

mercoledì 17 febbraio 2016

La Cirinnà non si tocca, mentre la Legge per L'Omicidio Stradale giace nel silenzio

Da: Il Corriere della Sera

di Alessandra Arachi

Unioni civili, slitta tutto al 24 febbraio
Cirinnà: se la legge non passa lascio

A Palazzo Madama è scontro. Il Pd ha ottenuto la sospensione del dibattito sul ddl. Bocciate le proposte M5S di calendario che avrebbero permesso di continuare a votare

«Ripeto che ho sbagliato a fidarmi del M5S Senato, se la legge sulle unioni civili diventerà una schifezza sono pronta a togliere la firma e a lasciare la politica». Così in un tweet, la relatrice del ddl in commissione Monica Cirinnà torna sulle sue dichiarazioni di questa mattina a Palazzo Madama.

Sembrano i tempi di Berlusconi: "Gli Italiani aspettano questa Legge!"

  • "Legge ex Cirielli" (L. 251/2005): riduzione dei termini prescrizione (denominata anche legge salva-Previti, ha introdotto una riduzione dei termini di prescrizione per gli incensurati e trasformato in arresti domiciliari la detenzione per gli ultrasettantenni, consentendo l'estinzione per prescrizione dei reati di corruzione in atti giudiziari e falso in bilancio nei processi "Diritti TV Mediaset" e”Mills” a carico di Berlusconi)
Agli Italiani interessavano ed interessano altre cose, ma il Popolo numeroso e paziente può aspettare!
Senza offesa, ma se la Cirinnà lascia la politica, come dichiarato, non ne sentiremo la mancanza! L'unica mancanza che sentiremo sarà dei soldi dei contribuenti che, grazie "ai loro diritti acquisiti", usciranno per pagarle congrua pensione con pochi anni di versamenti e vitalizi!
Ha presentato una Legge e, con l'appoggio dei suoi compagni di partito più a sinistra, non vuole cambiarne una virgola, vuole imporla al Paese così com'è! Alla faccia della Democrazia! Questa è arrogante dittatura!
Persino giornalisti di RAI 3, chiaramente lottizzati a sinistra come Gerardo Greco, sono stati costretti a svelare che, nei sondaggi, oltre il 70% del Popolo Italiano NON vuole il pasticcio dell'adozione del figlio del compagno legalizzato da parte dell'altro della coppia omosessuale. Tanto che, durante la trasmissione "Agorà", ha dovuto commentare: "Si può dire che il Parlamento in questo momento non rappresenti la maggioranza del Paese."
Le motivazioni addotte per quella che, incomprensibilmente, viene definita stepchild adoption dai parlamentari Italiani e non Inglesi, oltre che da stupidi giornalisti, sono motivazioni pretestuose che insultano l'intelligenza degli Italiani, come è pretestuosa la motivazione delle coppie di fatto eterosessuali che vogliono legalizzarsi ma non possono senza questo nuovo Istituto Civile. Gli Italiani pensanti e non obnubilati dalla propaganda martellante si chiedono: "Ma perché se vivono insieme e vogliono legalizzare la loro unione non vanno in comune e contraggono Matrimonio Civile?" Già, perché?
Tolta, con questa elementare riflessione, la maschera della presa per i fondelli dell'intelligenza dell'italiano medio, si passa agli omosessuali, VERO obiettivo di questa Legge Cirinnà.
Hanno cominciato ad usare "l'inglesorum" come i preti usavano "il latinorum" parlando di stepchild adoption, e la gente, che spesso non parla benissimo neppure la lingua italiana e la mischia al dialetto (come si evince da interviste televisive varie fatte in giro per l'Italia per le più "variegate" ragioni), si chiede: "Ma che è sta' steciaild boh?"
E' l'adozione del figliastro che, altrimenti, ha un solo genitore. Altra affermazione sentita proprio oggi da un manifestante a favore di questa parte della legge Cirinnà.
L'italiano pensante si chiede: "Ma per fare i figli non bisogna essere in due? Dove sta l'altro genitore? E' morto?" Si vuole adottare un orfano di uno dei due genitori, MASCHIO E FEMMINA, necessari per imbastirli? 
E questa semplicissima riflessione svela l'inganno tortuoso di questo ragionamento.
L'omosessuale, donna o uomo che sia, che ha un figlio l'ha fatto con persona del sesso opposto. E dov'è ora questa persona? Non è domanda peregrina. Giacché, come dice giustamente mio marito, anche se morto un genitore non sparisce dalla mente di un bambino, che vuole che gli si parli della figura scomparsa in modo da crearsene una rappresentazione affettiva quale riferimento.
Qui non si vuole solo stravolgere la Natura, ma anche buttare a mare la Psicologia, scienza che fino a ieri veniva tenuta in gran conto da tutti: omosessuali compresi.
Altro argomento è l'esempio di altri Paesi, sempre citati come "più civili del nostro".
Per quello che gli pare! Ci sono innumerevoli aspetti riguardanti i Diritti dei Cittadini che altri Paesi hanno e di cui e per cui qui nessuno parla o si batte. Ad iniziare da tutti quei Servizi che ritornano ai Cittadini dalle Tasse pagate e che qui NON SI VEDONO!!! 
Ogni giorno gli Italiani vedono calpestati i propri Diritti! Non posso qui elencarli, ma ne ho scritto in sparsi post continuamente! Non c'è una persona con cui parlo, di ogni estrazione, livello culturale e mestiere, se lo ha, che non parli di questa realtà: in altri Paesi hanno Servizi che noi ce li sogniamo! Essere ogni giorno trattati come sudditi invece che da Cittadini anche dall'ultimo burocrate non è forse una lesione dei Diritti?
Dunque facciamola finita con questa presa per i fondelli: passi pure l'Istituto delle Unioni Civili per gli omosessuali  che vogliono legalizzare le loro unioni affettive e basta.
A me non interessa che in altri Paesi consentano le adozioni, gli uteri in affitto, la donazione degli spermatozoi necessari a farsi il pupo: NON E' DETTO CHE, SICCOME LORO LO CONSENTONO, SIA UNA COSA GIUSTA!
Estremizzando il concetto per dimostrarne la debolezza dirò allora: consentiamo anche in Italia che un uomo possa sposare più mogli, come nei Paesi Arabi. Perché no? Se lo fanno loro facciamolo pure noi! Così non si creano drammi con l'amante o con le amanti: un bell'harem, tutti felici e contenti!  

Chi salverà Roma dal degrado?

Se votassi a Roma probabilmente voterei Giachetti.
Roberto Giachetti
E' il candidato voluto da Matteo Renzi per Roma. In passato l'avevo notato ed apprezzato per certe sue prese di posizione che condividevo.
Certo le persone bisogna metterle alla prova dei fatti e vederle molto da vicino per capire veramente chi e cosa sono: l'ho imparato amaramente aderendo al partito di Antonio Di Pietro.
Credo che lo scandalo di Affittopoli possa danneggiare la sua immagine, giacché se è vero che non ha mai fatto il Sindaco della Capitale ha però lavorato fianco a fianco con Rutelli quando questi è stato Sindaco.  
E' legittimo dunque che, di fronte ad una situazione vergognosa in cui il patrimonio immobiliare del Comune era dato in affitto simbolico e ridicolo a profittatori di ogni specie, la gente si chieda: "Ma lui con Rutelli dove stava?"
Certo anche di Veltroni ci si chiede dove stava, anche di Alemanno e buon ultimo Ignazio Marino!
Roma è grande e i problemi sono tanti ma il patrimonio immobiliare del Comune non è un problema marginale!
Dunque questa è una nebbia difficile da diradare su come e perché questi amministratori hanno consentito questo parassitismo nelle case di proprietà del Comune. Impossibile pensare che non sapessero!!!
L'altro Roberto del PD, Morassut idem e peggio: praticamente non ha mai avuto un vero lavoro, ha fatto solo il politico ed eminentemente a Roma, dentro il potere che gestisce Roma.
E anche a lui i romani potrebbero dire: "Tu non sapevi niente della gente che abitava nelle case del centro di Roma a due lire?"
Poi Mascia. Quello che nel 1994 a Ravenna, sua città natale, pare sia stato violentato con un manico di scopa: così scrive "La Repubblica". Uno "Verde", ma anche in Italia dei Valori da cui credo abbia preso la mia e-mail scrivendomi spesso, chiedendomi appoggio di voti in iniziative volte solo a promuovere se stesso, finché non mi arrivò anche una e-mail in cui mi chiedeva il voto per sua moglie che stava in lista non ricordo dove e per che cosa... La mia impressione è che sia un personaggio mediocre che ha come unico ideale vero la promozione di sé stesso in qualche poltrona, poltroncina o strapuntino, magari anche per sua moglie.. hai visto mai!
Stefano Pedica

è una brava persona, però anche lui non ha un ideale politico, vuole solo "stare" in politica, e crollata IdV si è riciclato nel PD. Affronta i temi che fanno più ascolto al momento, vedi il caso Battisti, poi li molla e passa ad altro.
La bella fanciulla autistica: ovviamente se uno ha bisogno di appoggio non può fare il Sindaco, ma è un modo per sollevare agli occhi del mondo certe problematiche purtroppo in aumento.
Chiara Ferraro, soffre di sindrome autistica
In sintesi, penso che nessuno del PD ce la farà, perché troppo compromesso nelle amministrazioni precedenti che lasciano problematiche che svelano quantomeno incuria, per non dire peggio. 
Il candidato imposto da Berlusconi ed accettato dalla destra, impresentabile da sola dopo Alemanno, Bertolaso, non so se può farcela, ma non credo, Roma è malridotta ma ... non proprio terremotata!!!


I 4 consiglieri 5Stelle uscenti: i primi due da sinistra sono avvocati.
Restano i 5 Stelle che potrebbero farcela ma non ho capito se useranno i bravi consiglieri uscenti che hanno già esperienza oppure no. Ho scorso i candidati che potranno votare quei pochi (qualche migliaio) iscritti ai MeetUp e sono dignitosissime persone... Però mi sembra suicida non spendere qualcuno dei volti più noti.. Insomma rischiano di lasciare Roma a Bertolaso.. Ma potrebbe farcela anche Marchini: il bell'uomo della borghesia.