Cerca nel blog

lunedì 12 novembre 2018

L'Unità a Lele Mora!!!

Dopo il TG c'è un vuoto e allora mio marito, mentre finiamo di cenare, gira a cercare un intrattenimento televisivo che faccia compagnia fino al termine della cena. Stasera si è attestato sulla Rete 4 di Mediaset dove Barbara Palombelli, in un ruolo giornalistico e non più di conduttrice di finte liti in cause finte, conduce un dibattito sui temi del giorno invitando persone del mondo politico, giornalisti, economisti ed altro. 
Stasera c'era Giulio Sapelli, economista, storico ed accademico, più giovane di me di un anno: classe 1947, il quale si è guadagnato, per quanto ha detto, il mio rispetto.
Giulio Sapelli
La Palombelli aveva invitato Lele Mora, noto per la cronaca giudiziaria che lo ha coinvolto fino alla galera e per essere una persona dai vari mestieri: dal parrucchiere al sistematore negli spettacoli televisivi di giovani procaci fanciulle affamate di luccicante fama. Volutamente non ho usato il termine serio di Agente dello spettacolo. Lele Mora è noto anche per le sue pubbliche dichiarazioni di aver avuto una relazione sessuale con Fabrizio Corona, pur essendo stato sposato e padre di un figlio (ma questi sono affari suoi).
Quello che ha colpito il desolato Giulio Sapelli, che con garbo voleva defilarsi dal "dibattito", è stata la triste notizia che Lele Mora vuole acquistare l'agonizzante, quasi morto, L'Unità per farne un giornaletto rosa o non si sa cosa d'altro.
Ora io non sono comunista, ma in passato, per bilanciare le decisioni, in Parlamento votavo a sinistra per il Senato e al Centro per la Camera. Penso che il comunismo ha fatto dei danni nei Paesi dell'Est soprattutto, ma è stato necessario in Cina e in tempi lontani ha difeso veramente la classe operaia in Italia. Insomma merita rispetto. Come con pudico sconforto ha detto Giulio Sapelli nel congedarsi anticipatamente da una trasmissione dove, ha detto chiaramente alla finta Palombelli, era stato attirato senza sapere a cosa andava incontro.
Anche in chi comunista non è mai stato neppure un po', mio marito, che in tempi recenti aveva votato per il PD per speranza in Renzi (poi delusa, quindi recentissimamente ha votato tutt'altro), è nato un certo disgusto per un simile agguato a Sapelli messo a confronto con un Lele Mora!!! Un insulto. Con dignità Sapelli si è ritirato dalla discussione non volendo assolutamente confrontarsi con un simile personaggio, a piena ragione!
L'Unità è alla fame? Pazienza, ma nessuno venda una gloriosa testata giornalistica. La gente andrà a fare altri lavori per campare! Ma c'è un limite a tutto! Resterà nella Storia come molte cose che nascono e muoiono, ma dignitosamente se dignitosamente hanno vissuto!