Cerca nel blog

venerdì 15 dicembre 2017

Il buonsenso di Giorgia



Saltate la demenziale pubblicità che, purtroppo, non si può cancellare, e ascoltate con quanto leggero, intelligente ed ironico garbo Giorgia dice una cosa che trovo giusta nella sua semplicità.
Non sono più religiosa perché non sono più credente, ma lo Stato Laico non può fare a meno della sua cultura. E la cultura italiana non è formata da immagini del Budda e della sua filosofia (anche se ciascuno, se crede, può farsene conquistare), né da immagini di scimitarre per combattere la guerra contro gli infedeli.. Gli Italiani si sono formati dietro un racconto di 2000 anni fa e lo rappresentano in un Presepe che tanto piace ai bambini. Anch'io l'ho fatto per i miei bambini con mio marito.
Siamo in Italia e nelle scuole di questo Paese, costruite con le tasse di generazioni di Italiani, i simboli della cultura italiana non offendono nessuno! Solo le menti masochiste ed autolesioniste di qualche persona più realista del re. 

Aggiornamento: il filmato di Giorgia che avevo pubblicato lo avevo preso da La Repubblica che l'ha reso indisponibile...
Ma dato che è per fortuna pubblico l'ho ripreso da You tube...
Mi accorgo, con un poco di meraviglia, che questo piccolo blog da fastidio a gente molto più importante di me, persona qualsiasi che semplicemente ama la scrittura e cerca la verità, senza la quale non c'è Letteratura.