Cerca nel blog

sabato 26 febbraio 2011

YARA GAMBIRASIO

Yara è stata ritrovata: morta. E' uscita di casa per un breve tratto di strada ed ha incontrato "il Lupo" che l'ha ridotta ad una mummia riconoscibile solo per gli abiti e l'apparecchio per i denti: per averli a posto in un futuro che la belva immonda che ha incontrato le ha rubato. L'ha strappata alla sua carne viva, alla sua tenera allegria di vivere, all'amore dei suoi genitori, fratelli e di quanti l'amavano solo per una probabile malata pulsione sessuale. Le fiere che uccidono per questo sono sempre esistite, frammiste al genere umano di cui hanno solo l'aspetto e, dunque, purtroppo esisteranno sempre. La storia è costellata di questi delitti, senza tempo e luogo.... A noi tutti resta il dolore e un grido che invoca non già giustizia, perché il danno è tale e così orrido che nessun processo può ripararlo, ma l'annientamento della belva in sembianze di uomo che si aggira fra di noi.