Cerca nel blog

lunedì 28 dicembre 2015

Diario giornaliero

Sospetto

Sarà l'atmosfera dell'inganno ai cittadini, che in fondo tendono a fidarsi delle Istituzioni nonostante le esternazioni verbali di cinismo di piccolo cabotaggio, ma oggi ho notato qualcosa all'Ufficio Postale che contraddice la velocizzazione della coda agli sportelli. 
I correntisti Banco Posta hanno un corridoio preferenziale contrassegnato dalla lettera E. Ebbene il tabellone chiamava solo la lettera A, quella a cui possono accedere tutti per le più svariate operazioni di pagamento...
Il correntista postale però può pagare un bollettino come anche ritirare dei soldi...
Forse è il timore che la gente possa ritirare i propri soldi che oggi ha fatto ignorare la lettera E? 
Ho dovuto chiedere perché non la chiamassero. Infine, con molta calma, hanno iniziato a smaltire qualche numero della fila dedicata ai soli risparmiatori postali.. Mentre i numeri con la A venivano chiamati in continuazione, tanto che chi è entrato dopo di me ha potuto sbrigare le sue cose subito e prima.
Versare, versare, versare... Anch'io però dovevo solo versare. Un innocuo pagamento Enel. Ho pagato con il Postamat e la signora allo sportello mi ha chiesto: "Deve anche ritirare?"
"No", le ho risposto, tranquillizzandola.
Può darsi che mi sbagli, può darsi che avessero solo bisogno di liquidità in cassa... Ma di questi tempi, non si sa mai...