Cerca nel blog

domenica 9 aprile 2017

Sabaudia: prossimo Sindaco Pasquale Capriglione?

Questa mattina, in una splendida giornata di sole, si è aperta ufficialmente la campagna elettorale del candidato Sindaco Pasquale Capriglione. Invitati dalla già Consigliere Francesca Benedetti, che torna a presentarsi con la lista "Obiettivo in Comune" sostenente Capriglione, siamo andati a conoscerlo.
Consulente del lavoro, libero professionista e nativo di Sabaudia, Capriglione  ha detto di avere 45 anni, di essere sposato e di avere 2 figli, presenti insieme alla moglie nella sala dell'Hotel "Le Dune" dove abbiamo ascoltato il suo programma per Sabaudia.
Un programma interessante che parte da un dato pragmatico: il Bilancio. Giacché senza soldi non si fa niente. Ma il candidato Sindaco ha illustrato la possibilità di poter attingere a Fondi Europei presentando una serie di progetti e di idee volte soprattutto verso i giovani.
Pur rispettando la meravigliosa natura di questi luoghi, che ne costituiscono la ricchezza, Capriglione ha parlato, senza polemiche e senza conflitti, da cui rifugge,  anzi auspicando una fattiva collaborazione con l'Ente Parco, di poter dare un poco di spazio alla nautica essendo questo un luogo di mare!
Un progetto di rivalutazione di Rio Martino, di cui una sponda appartiene al territorio del Comune di Sabaudia, e, mi permetto di aggiungere, perché no.. di Torre Paola, è auspicabile, nel rispetto delle leggi, ma anche pensando ad una valutazione della possibilità di avere un natante da parte di chi ha una casa in una cittadina di mare!
Nessuno pensa di trasformare Sabaudia in una specie di Anzio ma, nel rispetto della specificità di questo territorio, sarebbe bello che chi ha un piccolo natante, una barca da pesca, non sia costretto ad andare allo scivolo del porticciolo di S. Felice Circeo per metterlo in acqua. Rio Martino può essere riqualificato e si può pensare di poter rendere meno costosi eventuali ormeggi...
Mentre il candidato Sindaco parlava, dalla grande vetrata della sala dell'Hotel  "Le Dune" si poteva ammirare un panorama mozzafiato, con una spiaggia di sabbia bionda grandissima, un mare spettacolare, da cui si ergeva il promontorio della Maga Circe e, in lontananza, le isole Ponziane, i cui profili oggi erano nitidissimi. 

Torre Paola: da troppo tempo ridotta ad una pietraia impraticabile e piena di rifiuti.
Ben venga una riqualificazione. Magari con uno scivolo per mettere una barchetta, un gommoncino in mare?