Cerca nel blog

mercoledì 20 agosto 2014

Strano incidente fra Tornado

Da: La Stampa

Ascoli Piceno, scontro in volo tra due caccia: dispersi i quattro militari a bordo

Erano decollati dalla base di Ghedi per un’esercitazione: i piloti si sono lanciati, localizzato un paracadute. I testimoni: «Abbiamo visto i pezzi cadere, tremava tutto». Il sindaco: «Poteva avere conseguenze apocalittiche»
Un boato e poi le fiamme che si sono avvicinate pericolosamente alle case, un vero e proprio disastro aereo dal un bilancio ancora incerto: sono dispersi i quattro militari a bordo dei due Tornado dell’Aeronautica Militare che si sono scontrati intorno alle 16,30 nei cieli delle Marche. L’incidente nell’area tra i comuni di Venarotta e Gimignano, a circa trenta chilometri da Ascoli Piceno. Dei quattro militari, secondo le testimonianze, almeno uno sarebbe stato visto gettarsi con il paracadute e un paracadute arancione è stato individuato a Casamurana, località vicino al luogo dello scontro.  

Oltre alla squadra di esperti partita per rintracciare l’equipaggio, vigili del fuoco e Forestale hanno lavorato a lungo per contenere gli incendi provocati dall’esplosione. «Un dramma sconvolgente» è il primo commento del sindaco di Ascoli Piceno, Guido Castelli: «Dobbiamo anche riconoscere che le conseguenze potevano essere davvero apocalittiche per il nostro territorio. Una questione di secondi e tutti avremmo rischiato il peggio» racconta. Il boato causato dall’impatto tra i due aerei, racconta il sindaco, è stato sentito fino a 25 km di distanza: «Le fiamme sono state pressoché domate grazie all’intervento dei soccorritori. Ora continuano le ricerche dei quattro piloti dispersi grazie all’intervento diretto dell’Aeronautica militare». 

Si cercano i quattro militari a bordo  
I due Tornado, appartenenti al 6 stormo, provenivano dalla base di Ghedi (Brescia) e dopo il volo d’addestramento, in vista di un’esercitazione Nato in autunno, sarebbero dovuti rientrare: secondo alcuni testimoni volavano basso. «Il nostro obiettivo è fare chiarezza» afferma l’Aeronautica Militare sottolineando che «è stata aperta un’indagine ed un team di esperti sta andando sul punto dell’incidente», ma la prima preoccupazione «è trovare gli equipaggi». A bordo c’erano due piloti e due navigatori: diversi elicotteri dell’Aeronautica sono decollati per le ricerche e l’arma conferma che alla centrale operativa è arrivato il segnale radio che indica l’attivazione del sistema di espulsione dei seggiolini. «Fortunatamente - ribadiscono all’Aeronautica - i velivoli non hanno causato danni a terra. Ora la nostra prima preoccupazione è trovare i piloti». 

Divampano le fiamme, case in sicurezza  
Nello scontro in volo fra i due jet, i frammenti infuocati sono precipitati nei boschi della zona causando cinque focolai di incendio, uno anche in prossimità delle case di frazione Casa Murana: tre i Comuni interessati dalle fiamme, Ascoli, Roccafluvione e Venarotta. Le fiamme non hanno coinvolto case, ma si sono sviluppate in zone particolarmente impervie. «Abbiamo ricevuto milioni di chiamate» dicono i vigili del fuoco di Ascoli, tra i primi ad intervenire sul luogo, che hanno ricevuto rinforzi da tutte le Marche e dalla Forestale.  


Sentivo parlare del progetto "Tornado" anni fa quando ad esso lavorava anche un tecnico, mio parente. L'errore umano è sicuramente la causa di quanto accaduto e trovo strano che, a distanza di tante ore, ancora non abbiano trovato i 4 dei due equipaggi. Non siamo in un'area deserta... dunque?