Cerca nel blog

venerdì 18 marzo 2016

Piccolo stupore per norvegese al TGR Lazio di oggi

Al TGR Lazio in onda alle h. 14:00 di oggi si parlava degli scioperi di oggi a Roma degli autisti ATAC. Alcune stazioni della Metropolitana, una volta gestite dal Cotral oggi dall'Atac, sono rimaste chiuse e le linee degli autobus hanno subito ritardi. I cronisti del TGR, armati di microfono, sono andati in giro a sentire gli umori della gente. Chi era informato, chi no, chi comunque aspettava un autobus da 40 minuti... Ad un certo punto la telecamera della RAI ha inquadrato una giovane donna che stava fotografando l'ingresso di una fermata del Metro con su scritto "Chiuso per sciopero". La cronista le ha chiesto come mai fotografasse tale ingresso e lei, sorridendo, ha detto in un buon italiano che lei era norvegese e questo evento da loro era quasi inesistente, dunque essendo caratteristico lo fotografava!

Da: Easy Viaggio 09/03/2015 - Modificato il 14/04/2015 di 
Norvegia, dieci giorni di sciopero in aeroporto
I piloti della compagnia low-cost Norwegian Air Shuttle (NAS), in sciopero da una decina di giorni, provocheranno disagi anche oggi, lunedì 9 marzo. I passeggeri costretti a rimanere a terra, soprattutto in Scandinavia, dovrebbero essere circa 25.000.


Da: Forexinfo.it

Sciopero in Norvegia: la fine del blocco del petrolio

 icon person
Dopo sedici giorni di sciopero, il Governo della Norvegia è dovuto intervenire per costringere i lavoratori a tornare a lavoro sulle piattaforme per il petrolio e per il gas, imponendo la fine del blocco delle attività.
Se il governo non fosse intervenuto, il rischio era che le aziende di produzione chiudessero del tutto gli stabilimenti localizzati in Norvegia per spostarli altrove e l’economia del paese, rappresentata per buona parte da questo settore, ne sarebbe uscita pressoché distrutta.
Il governo rassicura, la produzione riprenderà la prossima settimana; il Ministro del Lavoro Hanne Bjurstroem ha fatto sapere: «ho dovuto prendere questa decisione per preservare uno degli interessi vitali della Nazione». 
L’origine delle tensioni sono le questioni relative alla pensione e, dopo l’intervento governativo, i mercati hanno tirato un respiro di sollievo.
L’interruzione forzata
Stando al sistema legislativo norvegeseil governo può interrompere forzatamente uno sciopero e, negli anni passati, questo metodo è stato spesso adottato per proteggere la produttività del settore industriale da cui dipende buona parte dell’economia del paese.

Da: TTG 23/01/2006

Sciopero dei piloti Sas: cancellati voli in Norvegia e in Danimarca

DI NERELLA
Non solo Alitalia in sciopero. Oggi è toccato anche a Sas, i cui piloti sono scesi in sciopero oggi in Danimarca e in Norvegia. Cancellati parecchi voli da e per Copenhagen. Ben 50 i voli cancellati da Sasa Braathens ma, si legge in una nota, per problemi di salute dei piloti...


Saremo sicuramente folkloristici per la giovane norvegese, perché qui gli scioperi si fanno con maggiore frequenza, ma non è che da loro non se ne fanno a quanto pare.
Nel 2014 c'è stato uno sciopero degli insegnanti: 

Lo sciopero di insegnanti di scuola in Norvegia ha causato il caos

Lunedi, 18 agosto, norvegesi gli insegnanti hanno iniziato a massa allo sciopero, nella speranza di ottenere un miglioramento dei salari e più flessibile dell'orario di lavoro, scrive Newsru.com.
Pessima ma comprensibile la traduzione.
A proposito dello sciopero del personale addetto alle piattaforme petrolifere, mi viene da ridere perché qui quel poco petrolio e gas che estraiamo nemmeno lo vogliono, fino al punto di indire un referendum!

Previsioni per Roma

Il "pepino" Meloni non ce la fa.
Il "designato" da Berlusconi nemmeno.
Marchini prenderà molti voti ma non a sufficienza.
Giachetti poteva farcela ma senza lo scandalo AFFITTOPOLI. Ovviamente perché lui stava dentro l'Amministrazione di Roma e non si capisce perché, da Rutelli in poi, nessuno si è posto il problema del parassitismo delle case del comune date ad affitti "simbolici", quando l'Amministrazione comunale piangeva sempre per carenza di soldi e ne chiedeva al Governo centrale.
Come spiegare questa "amnesia" sul Patrimonio del Comune? Annosa amnesia. Se ne è posata di polvere su quelle carte! Nessuno se ne è interessato.
E' imperdonabile. 
Questo è il "peccato originale" che si porta addosso Giachetti, non come unico responsabile certo, ma di sicuro come corresponsabile delle Amministrazioni di Roma di cui ha fatto parte.
La Raggi del Movimento 5 Stelle è stata Consigliere Comunale con l'Amministrazione Marino: per 10 mesi. Un tempo troppo breve, forse, per accorgersi di AFFITTOPOLI.

Il Movimento 5 Stelle è l'unica formazione di Rappresentanza dei Votanti nelle Istituzioni che non ha scandali di ruberie, anzi, si è ridotta gli emolumenti personali per versarli in un fondo comune per aiutare la piccola e media Impresa. E' l'unica formazione Politica che ha rinunciato al truffaldino ed antireferendario Rimborso Elettorale.
Ma la mia triste esperienza in Italia dei Valori non mi consente più illusioni. Dunque non posso dimenticare il mio incontro a Grottaferrata RM con tre candidati del M5S aspiranti a vari seggi: Davide Barillari, Carla Ruocco e la Taverna.
Ebbene, dei tre quello che mi aveva fatto una migliore impressione era l'uomo.
Non dimentico le sue parole, rivelatesi assolutamente mendaci, "Noi senza di voi non siamo niente, abbiamo bisogno di voi che ci indichiate le necessità reali" .
Il Barillari ignora completamente il totale menefreghismo della Regione Lazio, dove è addirittura Capo Gruppo Consiliare del M5S, riguardo alla cura del Patrimonio Regionale. Da anni la Regione, pur riscuotendo diritti di passaggio sulle fasce frangivento di sua proprietà, non pota gli alberi enormi di sua proprietà, intoccabili da chiunque, pena multe salate, in attesa che uccidano qualcuno di passaggio.
Denunce personalmente ne ho fatte. Anche al Barillari forte anche del mio voto. Ma preso il voto la spina si è staccata. Non di favori personali parliamo, non di vergognosi rapporti fra chi vota e chi è votato, ma dei rapporti fra i votanti e chi li rappresenta nelle Istituzioni per Problematiche Comuni del Territorio. Ci sono già passata con IdV e le fognature inesistenti gestite da ACEA nel mio territorio. E' stato un test sulla falsità di quello che i rappresentanti dei partiti dicono di essere e quello che in realtà sono. 
Barillari non è diverso. Eppure sembrava il migliore dei tre. SEMBRAVA. Di Ruocco e Taverna non posso dire nulla. Il mio voto se lo sono meritato nei loro rispettivi ruoli.
Dunque che ne so della Raggi? SEMBRA. SEMBRA. Ma come sarà?
Torniamo a Giachetti e al suo "peccato originale": gli ho segnalato un ramo di AFFITTOPOLI delicatissimo perché riguarda le Scuole romane, dove i Municipi lasciano, fuori da ogni Legge, che abitino persone NON AVENTI DIRITTO ALCUNO, con una, oso dire criminale, contiguità con l'utenza scolastica, costituita da giovani minori affidati alla custodia del personale scolastico, che NULLA può fare per recuperare i locali di PROPRIETA' COMUNALE all'uso Istituzionale e per impedire la presenza non autorizzata di persone estranee alla Scuola.
COSA FA IL COMUNE?
Pubblico qui sotto il link di un post in cui riportai documenti di uno dei Municipi di Roma che si richiama a precisa Delibera Comunale, totalmente disattesa, sull'argomento. 

Rita Coltellese *** Scrivere: Alloggi dati in uso per Servizio agli ex-custodi delle Scuole Pubbliche


Sotto riporto un recente commento sotto quel post e la mia risposta. Ho pubblicato il tutto anche sulla mia pagina facebook.

2 commenti:

Anonimo ha detto...
Io lavoro per le scuole del comune e non so come denunciare il fatto che molti custodi oltre a RUBARE l'alloggio a persone che realmente ne avrebbero bisogno, RUBANO letteralmente energia elettrica acqua e riscaldamento allacciandosi illegalmente agli impianti delle scuole. Non voglio perdere il lavoro e quindi non posso recarmi dai carabinieri per sporgere denuncia.
Per esempio, l'ex custode (ex perchè in pensione)della scuola di Via Bertarelli 140.

Era collegato all'impianto di riscaldamento della scuola, quando la ditta che gestisce l'impianto se ne è accorta ed ha scollegato l'abitazione dalla scuola, il custode ha preteso la sostituzione della caldaia, ma vedendo che i consumi erano elevati ha staccato i termosifoni ed installato tutti termosifoni elettrici, tanto che gli frega, paga la scuola, anzi PAGHIAMO NOI! Fatto sta che questa mattina, senza nessuno in casa, sul cavo che parte dalla scuola e va a casa sua anzi "NOSTRA", stavano transitando 9.47 Amper...2kw fissi di assorbimento. CHE SCHIFO!
Rita Coltellese ha detto...
Gentile lavoratore o lavoratrice, prima di risponderle ho riletto il mio post, essendo del 12 aprile 2015, per non ripetermi: avevo già scritto tutto, la legge, le scadenze, le inadempienze, le situazioni allucinanti che ne conseguono. Quello che mi indigna di più, oltre al parassitismo, è il vergognoso scaricabarile del Comune di Roma: unico responsabile di queste abitazioni di sua proprietà, il quale arriva a chiedere al Dirigente Scolastico, che chiede la restituzione dei locali alla Scuola per necessità di spazio, di attivarsi lui per ottenere lo sgombero!
Si tratta di un ramo dello SCANDALO AFFITTOPOLI! Lei ha ragione a non voler rischiare problemi e noie che non le competono, essendo il Comune inadempiente e vincolato per legge a precisi obblighi.
Oltre a pubblicare questa sua segnalazione, invierò questo post con il suo ed il mio commento (lei appare come Anonimo né io posso risalire in alcun modo alla sua celata identità) a Giachetti. Che vinca o meno la poltrona di Sindaco so che è persona onesta, nonostante sia stato dentro l'Amministrazione Comunale e avrebbe dunque dovuto accorgersi di AFFITTOPOLI; so che vengo letta da rappresentanti della politica e spero di far sentire la piccola voce di questo blog per una causa giusta che mi indigna profondamente.