Cerca nel blog

sabato 26 febbraio 2011

YARA GAMBIRASIO

Yara è stata ritrovata: morta. E' uscita di casa per un breve tratto di strada ed ha incontrato "il Lupo" che l'ha ridotta ad una mummia riconoscibile solo per gli abiti e l'apparecchio per i denti: per averli a posto in un futuro che la belva immonda che ha incontrato le ha rubato. L'ha strappata alla sua carne viva, alla sua tenera allegria di vivere, all'amore dei suoi genitori, fratelli e di quanti l'amavano solo per una probabile malata pulsione sessuale. Le fiere che uccidono per questo sono sempre esistite, frammiste al genere umano di cui hanno solo l'aspetto e, dunque, purtroppo esisteranno sempre. La storia è costellata di questi delitti, senza tempo e luogo.... A noi tutti resta il dolore e un grido che invoca non già giustizia, perché il danno è tale e così orrido che nessun processo può ripararlo, ma l'annientamento della belva in sembianze di uomo che si aggira fra di noi.

domenica 20 febbraio 2011

Poesia Edita da Giulio Perrone Editore su "Fili di Parole" 2008

"La Caduta"

L'ultima illusione è caduta
come cade la sera
sulle cose rendendole grigie.
La realtà è pesante, senza
speranza. Vuota è l'anima
di risorse nuove, stanca
si trascina ancorata al dovere
di vivere. Non c'è amore,
né pietà negli occhi degli uomini,
solo indifferenza o attesa
della tua caduta.

sabato 12 febbraio 2011

Altra poesia inedita: in memoria di Miano

A Miano

Un attimo è stato,
un grido e dal cielo,
che tu guardavi su,
dov'era tuo padre,
è scesa la morte
c'ha spento gli occhi
tuoi verdi e sinceri.
Miano... che dolore
per noi tutti quanti
siamo che t'amammo.
Non abbiamo pace
né risposte a ciò.
Portiamo nel cuore
sol il tuo sorriso.

(Pisa, 6 aprile 1993 - verso senario)

RICORDO, A CHI LO VOLESSE, CHE SI POSSONO
RICHIEDERE I MIEI LIBRI INVIANDO UNA SEMPLICE E-MAIL DAL MIO PROFILO: Normalità Apparente, essendo scaduto il contratto con l'Editore, è reperibile in poche copie presso di me; Il Romanzo dell'Università, idem, ma è reperibile ancora presso la libreria Feltrinelli di Roma, Galleria Alberto Sordi. 

giovedì 3 febbraio 2011

François Cheng

Ho avuto l'onore di conoscere una Grande Anima: François Cheng, scrittore, Poeta, calligrafo, Accademico di Francia.  Qui sotto il link dell'articolo sulla rivista "Color City".

http://www.colorcity.info/index.php?option=com_content&view=article&id=27%3Acheng&catid=12%3Acultura&Itemid=6