Cerca nel blog

sabato 13 giugno 2015

Discorsi edificanti e prediche a chi paga per non avere nulla

Da: SI24.it


Il Papa: “Dialogo e amore per i migranti”
Renzi: “La soluzione non è chiudere le porte”

di 
papa. papa migranti, papa francesco bergoglio migranti, bergoglio migranti, papa bergoglio, emergenza migranti, papa bergoglio emergenza migranti, bergoglio emergenza migranti, pontificio consiglio migranti, matteo renzi, matteo renzi migranti, emergenza migranti milano, emergenza migranti roma, fraternità papa bergoglio, papa bergoglio discorso fraternità, papa bergoglio discorso fraternità migranti, luca zaia migranti, luca zaia chiudere porte ai migranti, lega nord contro i migranti, salvini migranti, matteo salvini
Andrebbe praticato l’amore e il dialogo in posti come aeroporti e stazioni, luoghi di frontiera, peralimentare la fraternità tra le persone e preservare un clima sociale pacifico“: questo ha detto papa Bergoglio, rivolgendosi ai cappellani aeroportuali che hanno partecipato a un incontro organizzato dal Pontifico Consiglio per la pastorale dei migranti.
È una “situazione preoccupante – nelle parole di papa Francesco – quella dei passeggeri senza documenti, rifugiati o chiedenti asilo, che vengono tenuti nei locali aeroportuali per brevi o lunghi periodi, a volte senza assistenza umana e spirituale. È importante collaborare e mettersi in ascolto dello Spirito Santo, che crea unità nella diversità”.
Il riferimento è lampante: nelle parole del pontefice si rivedono i volti stanchi e provati dei migranti che affollano la stazione centrale di Milano e la Tiburtina di Roma, raramente considerati come altri esseri umani da soccorrere, quasi sempre ritenuti un problema da risolvere. Domenica 21 e lunedì 22 giugno, il Papa sarà a Torino, e in quell’occasione avrà un incontro con un gruppo di migranti.
C’è chi vuole chiudere le porte ai migranti, e c’è chi si schiera contro: lo ha fatto il papa, lo fa il premier Matteo Renzi, parlando al VII Forum Italia Latina e Caraibi tenutosi a palazzo Lombardia. “Identità e tradizione – ha spiegato il presidente del consiglio – non sono ostacolo alla globalizzazione. Oggi in tanti abbaiano alla luna, vivono sulle paure e pensano che la soluzione sia chiudersi a chiave in casa, ma non è così. Il globale ha prospettive entusiasmanti”. Che non può scoprire chi ha rabbia e paura, ma chi porta “coraggio e speranza”.