Cerca nel blog

martedì 28 ottobre 2014

A proposito del bonus bebé...

Dato che credo nella buona volontà di Renzi e dissento da chi lo critica con sfiduciato pessimismo, la mia critica sul tetto di reddito di euro 90.000, messo per le famiglie che potranno accedere al bonus di euro 80 mensili mettendo al mondo un bambino a partire dal 2015, è al di fuori del coro dei detrattori.

Per quella che è la mia esperienza di persona che evidentemente non frequenta un mondo di ricchi, euro 90.000 di reddito annuo di una famiglia sono una cifra considerevole. Per questo il mio metro è diverso da quello di Matteo Renzi che, pure, ricordo che anni fa in televisione disse che vivere con euro 5.000 mensili, ad esempio, "Beh! Si vive benino via!" Questo perché giustamente criticava gli stipendi, le prebende, i benefit, i vitalizi, le pensioni d'oro che il mondo politico si era votato ed approvato con leggi e regolamenti ad hoc negli anni.

Dunque continuo a pensare che, se una famiglia deve essere invogliata con un bonus di euro 80 mensili per mettere un figlio al mondo pur avendo un reddito dai 60.000 euro l'anno in su e fino ai fortunati che ne hanno 90.000, è meglio che non lo faccia il figlio... 
E' giusto porsi il problema economico, ma solo se non si arriva alla fine del mese pur comperando con oculatezza nei mercati rionali scarpe e vestiti, cercando i saldi più convenienti nei negozi più economici, facendo la spesa nei discount... Siccome l'ho vissuto lo posso anche testimoniare.
Altrimenti stiamo parlando non di problema economico, ma di egoismo e di voglia di spendere e spandere e non mi piace foraggiare la natalità di costoro con le mie tasse.

Dato che mi piace confrontare le mie idee con quelle degli altri ho fatto un piccolo sondaggio nel mio entourage: ho posto il quesito a 6 persone sui 40 anni con laurea e professioni che le inseriscono nella classe media.
Nessuno di loro arriva a euro 90.000 di reddito, e parlo di:
una biologa dell'Istituto Superiore di Sanità con la qualifica di ricercatrice;
di un ingegnere con ruoli di responsabilità nella nostra Compagnia di Bandiera Alitalia;
di un avvocato dell'ufficio legale di un Ente dello Stato;
di un Direttore di mercato in una catena di supermercati di una multinazionale;
di un Dirigente medico specialista ospedaliero del nostro Servizio Sanitario Nazionale;
di una Preside della nostra Scuola Pubblica.

Dunque chiedo a Renzi chi sono questi grandi professionisti superspecializzati che portano cultura e lustro a questo Paese, che hanno responsabilità di altri lavoratori ed arrivano a guadagnare più delle figure professionali citate che i 90.000 euro annui se li sognano?
Sicuramente, qualsiasi sia il loro apporto nella nostra società per avere simile reddito, non hanno bisogno di essere foraggiati con le mie tasse con il buono bebé. 

Invece Renzi insista sull'evasione fiscale per piacere, perché nel mio piccolo apprendo che ad esempio:
un tizio con Porsche Cayenne porta i suoi figli a visita ambulatoriale presso il SSN e dichiara sfacciatamente che i figli non pagano ticket "perché hanno l'esenzione per reddito".
Perchè all'immatricolazione non si controlla a chi è intestata un'auto particolarmente costosa? Ad una Società? Perché non si controlla CHI ha le quote di tale società? Perché non si controllano le eventuali esenzioni, pensioni di invalidità ecc. ecc. del nucleo familiare di chi gira con auto di lusso?
Andiamo!! Se si vuole si può!! Lo diceva Vittorio Alfieri: "Volli, volli, fortissimamente volli!!"
Vuole Matteo Renzi?