Cerca nel blog

venerdì 7 novembre 2014

Matteo Renzi continua a piacermi

Nonostante gli sfottò di amici e conoscenti che mi dicono che mi illudo di nuovo, (tutti conoscono i miei precedenti con Di Pietro), continuo a sperare in questo giovane deciso.
A criticare si fa presto ed è gioco facile, ma se si critica bisogna proporre ...
Nel mio piccolo ho criticato e continuo a farlo la scelta del tetto di reddito troppo alto, a mio avviso, per le famiglie che dovrebbero usufruire del bonus di euro 80 al mese in caso di nascita di un figlio nel 2015. 
Per il resto le critiche sul cosiddetto "Patto del Nazareno", fin troppo facili vista la figura legalmente compromessa di Silvio Berlusconi, mi sono apparse superficiali e cieche e scrissi subito che non è con Berlusconi che Matteo dialogava ma con i 10 milioni circa di voti che gli italiani gli avevano dato.
In politica si può essere onesti ma bisogna essere pragmatici: 10 milioni circa di italiani vogliono una certa Italia. Con chi le può fare le riforme Matteo se altri si sottraggono irresponsabilmente?
Il M5S, che io ho votato con altri circa quasi 9 milioni di italiani, ha continuato ostinatamente a pretendere di presentare progetti di legge senza mediazione: votatemeli e basta!
Perché mai dovrebbero farlo gli altri partiti che rappresentano altri italiani se voi non avete la maggioranza?
La mediazione è necessaria perché gli italiani votano così!!
La prova che la mia interpretazione dell'agire di Matteo è giusta viene ora palesemente alla luce: egli è disposto ad andare avanti, a non farsi rigettare nella palude dove stanno bene solo quelli che hanno il culo al caldo, anche con i 5 Stelle se ci stanno a FARE le cose.
Questo è voler agire con pragmatismo politico.
Se poi le cose che lui vuole fare con le sue belle e giovani ministre alla lunga si dimostreranno non risolutive o insoddisfacenti, pazienza, ma fino ad ora negli ultimi anni a cosa abbiamo assistito?

Hanno tolto la campanella a Silvio Berlusconi (che non piaceva alla Merkel) per darla al decantato Mario Monti che con il suo governo di ministre befane ci ha riempito di carbone: Fornero con il carbone degli esodati, Severino con una legge che scontenta, Cancellieri che apriva i cancelli carcerari alle figlie degli amici... Per non parlare delle sue riforme: le licenze dei tassì, le licenze delle farmacie... Questo è il grande economista? 

Gli italiani che lo avevano accolto con diffidenza (l'uomo delle banche) poi, disperati, avevano sperato che davvero "facesse pagare chi non aveva mai pagato", come aveva detto con quella sua aria da persona serissima, invece si sono amaramente resi conto di essere stati presi in giro di nuovo.






Ministre di Mario Monti













Ministre di Matteo Renzi




Passaggi di campanelle degli ultimi anni...


Dopo la caduta di Prodi, grazie a Mastella, si insedia Berlusconi che ha vinto le elezioni
Berlusconi ci toglie l'ICI sulla prima casa e alza il tetto della franchigia sulle tasse di succesione
Cede la campanella con il sorriso al "fresco" Senatore della Repubblica Mario Monti
A Bruxelles sono tutti contenti


il balletto continua... Letta dice: "Non galleggerò!"
Invece galleggia proprio! Figuriamoci se nemmeno lo prometteva! Calma e cautela piatte!

Letta incazzato nero passa la campanella a Matteo Renzi
Chi vivrà vedrà....