Cerca nel blog

mercoledì 23 aprile 2014

Matteo sotto assedio

E' arrivato uno che vuole FARE e tutti contro. Compresi quelli del PD.
Per me il PD può andare ramengo con i suoi D'Alema, che girava in eschimo quando gli faceva comodo fare il comunista per poi portare scarpe da un milione di lire una volta salito nella scala partitocratica, Veltroni che pensa solo al cinema e a scrivere libri, Finocchiaro che gira come una principessa con tre stipendiati dallo stato per scegliere le padelle ad IKEA, gente come l'ambizioso Marini che con il predellino del sindacato è arrivato a sistemarsi bene, anche con casa su due piani ai Parioli vendutagli a prezzo agevolato dopo averla occupata per anni ad affitto altrettanto sottomercato ecc. ecc..
Renzi vorrebbe riportare questo Paese alla normalità ma, l'ho scritto, l'impresa è ardua in quanto trattasi di un Paese depredato dalla corruzione e dal parassitismo, dunque difficile riformarlo senza trovare resistenze da parte di chi ci viveva bene.
Mio marito quando lo sente parlare ed agire dice: "E' una ventata di freschezza."
Grillo non gli crede e cerca di distruggerlo con critiche sarcastiche, soprannomi tipo "Renzie" parafrasando il bulletto-buono Fonzie dei telefilm della sua e mia gioventù... Ma non mi convince, perché anche lui ha imbrancato gente inutile nel suo Movimento, gente che non combina un bel nulla e che dei problemi reali e concreti del territorio se ne impippa, preferendo cazzeggiare come i ragazzini ripetendo cose viete, inutili, quando non addirittura sciocche, tanto per far vedere che fa qualcosa.
Il nanetto vero di Forza Italia, non Silvio, ma quello che è molto più basso di lui, il Professore Ordinario (ahimé!!) di Economia all'Università Tor Vergata di Roma, quello con il capoccione... non mi viene il nome ma tanto è uguale... quello lì critica Matteo Renzi ed il suo operato. Ma lui oltre a leccare a destra e a manca Berlusconi cosa ha fatto nella vita? Ah, sì.. ho letto su qualche giornale che ha fatto avere un sacco di soldi, pubblici ovviamente, nella zona della costa amalfitana dove ha una villa... ed un suo feudo umano...
Brunetta, ecco sì, ricordo... si chiama Brunetta, come quella dei Ricchi e Poveri.

Ma, caro Matteo, chi te lo ha fatto fare di abbassare l'aliquota IRPEF sugli stipendi bassi in modo che gli restasse in busta paga il prelievo fiscale? Mica l'hanno capito tutti sai? Hai voglia a spiegare! Nel gran polverone del bla bla bla televisivo se ne sentono di tutti i colori. Ieri sera, mi sembra fosse "Ballarò", hanno intervistato una signora che, nonostante la presenza della giornalista inviata che avrebbe potuto spiegarle come stavano le cose, ha detto: "A me che guadagno di meno mi danno un bonus minore e a chi guadagna di più gli danno un bonus maggiore. Non è giusto!" 
Cara signora è un prelievo fiscale alleggerito: non l'ha capito?
Se guadagna poco il suo prelievo sarà minore di colui che guadagna un poco di più.. Dunque la restituzione pure è di importo minore.
Purtroppo la gente ha dei grossi limiti a capire, si accontenta della superficiale informazione televisiva... Non ha tempo e voglia di capire di più.
Parlo con la gente di Renzi, l'ho scritto. Oltre a: "Ma che lo lascino lavorare." "Spero, ma non credo più. Non glielo lasceranno fare... Loro che non hanno fatto mai niente e ci hanno portati fino a qui." L'ultima è: "E' Robin Hood!" "Bene - faccio io - ci voleva finalmente!" E quello mi fa:"Toglie ai ricchi per dare ai poveri! Ma poi i poveri diventano ricchi e quelli ricchi diventano poveri!" "Eeeeh!!! Ma allora non siete mai contenti!" Mi allontano pensando che quell'uomo si preoccupa dei ricchi e lui non lo è: un semplice dipendente comunale... dunque? Valla a capire la gente!
Matteo con la moglie Agnese, insegnante