Cerca nel blog

martedì 13 novembre 2018

Virginia Raggi: ma ha davvero motivo di essere contenta?

Sporcizia e incuria degli alberi
12 novembre 2018 - Roma - Via di Villa Massimo, strada una volta elegante, a ridosso della Via Nomentana e vicina a Piazza Bologna e Viale XXI Aprile...




Aiuola rialzata, che non vede cura dell'erba incolta da tempo immemorabile, in cui stazionano sacchi di plastica contenenti rifiuti

Sporcizia annosa + cassette di frutta a pochi passi dalla Clinica Villa Margherita

Rifiuti annosi a ridosso dei cassonetti in una delle vie residenziali più eleganti e costose di Roma
Quanti secoli sono che l'AMA non passa per questa Via, un tempo elegante, del Centro della Capitale d'Italia?
Rifiuti senza soluzione di continuità





Giardinetto a lato della Via senza cura del verde e nemmeno svuotamento dei cestini...

Giardinetto che su Google Maps viene definito Parco...
Questo il desolante ed ingiustificabile spettacolo che si è presentato ai miei occhi questa mattina.

Non siamo nelle abbandonate periferie, ma per una ragione di equità sociale il Sindaco, Virginia Raggi, tiene i quartieri eleganti allo stesso modo!
Chi questi luoghi li ha conosciuti in tempi migliori sente dentro di sé un sentimento di rabbia e di frustrazione. Ma perché, perché Raggi? Ma lei esce mai a farsi un giro per vedere come è ridotta la Città dove anche lei è nata? Ma non sente il mio stesso sentimento di rabbia e di frustrazione e, nel suo caso, anche di vergogna? Perché la nostra città è ridotta così?
Lei è felice di essere stata assolta per aver triplicato lo stipendio ad un funzionario del Comune, non badando certo al decantato risparmio dei soldi pubblici, ed ora per una nomina, che a questo punto deve essere valida, del fratello di Marra che è a tutti i termini di legge il Capo del Dipartimento del Turismo..
Ma come può sentirsi felice vedendo una città ridotta così?
Ma la vede?
A scanso di equivoci su ostilità politica da parte di questa blogger riporto il link di quanto scrivevo su di lei sotto elezioni: 

Nessun commento: