lunedì 14 agosto 2017

Il Movimento 5 Stelle abbandona la legalità

Le attualissime notizie che provengono dai 5Stelle dimostrano che il loro sempre ripetuto amore per la legalità va in deroga.
Pur di acchiappare voti in Sicilia hanno detto che il mancato rispetto delle Leggi sull'edilizia, il costruire senza rispettare le Leggi e le regole, create per garantire sicurezza per gli uomini e rispetto per il nostro territorio, può essere consentito e abbonato se vincono loro in Sicilia, almeno per la prima casa, giacché la colpa è di chi amministra il territorio.
Ora ho scritto più volte su questo blog che il successo nel 2013 del Movimento 5 Stelle è dovuto anche al mio voto e pure alla mia capacità dialettica di convincere qualcuno alle mie idee. Non mi pento di quel voto, ma sono persona che ragiona sulle cose e che non si innamora di nessuno, ma pretende da chi ha votato la coerenza.
Se sei il Movimento della legalità contro i cedimenti della corruzione e della disonestà NON puoi ora metterti sotto i piedi Leggi sacrosante, troppo non rispettate nel nostro Paese e, questo sì, con colpa di chi non ha sorvegliato avendone il compito e l'obbligo.
In questo gli Amministratori dei territori hanno colpa, non come i 5Stelle, in modo a mio avviso NON onesto, vogliono far apparire, e cioè che i Comuni avrebbero la colpa di non aver dato una casa alla gente che, per questo, è stata costretta ad abusare!
Oppure, non si è capita bene l'accusa, peggio: avrebbero impedito di costruire a questi poveri trasgressori della legge con noiosi cavilli.
Chi ha costruito abusivamente, in Sicilia come altrove, ha speso molti soldi, sia che abbia fatto il lavoro con le proprie mani, sia che abbia pagato qualcuno per farlo.
Il materiale edile costa, le rifiniture costano, l'idraulica e gli impianti elettrici costano: perché non usare questo denaro per comperare una casa, magari modesta, ma costruita con i crismi della legge?
Oppure, perché non pagarsi un affitto se ci sono i soldi per acquistare tutto questo materiale?
Quindi chi costruisce in abuso qualche soldo deve averlo avuto per forza.
La ragione vera, fuori da ogni ipocrisia, è l'endemica mentalità anarchica di certi Italiani che vedono nelle Leggi e nelle Regole dei fastidiosi intoppi al loro volere, dunque fanno come gli pare, certi, vista la colpevole cecità, spesso voluta, degli Amministratori Comunali e non solo, giacché in questo scempio dei territori sono coinvolte anche altre Istituzioni, di farla franca.
Scriveva un giornalista sul quotidiano "La Repubblica" di qualche tempo fa: "Giustificare l'abusivismo
edilizio con la carenza di alloggi è come discolpare chi per mancanza di soldi effettua una rapina. 
L'abusivismo edilizio e in generale il mancato rispetto delle leggi creano una società che non avrà più né cittadini, né professionisti, né imprenditori, né politici capaci di confrontarsi in condizioni di rispetto delle leggi; perché quelli che avrà selezionato, abituati a non rispettare le regole, non avranno alcuna opportunità in contesti più sani.
Parole a cui non si può opporre nessun argomento a giustificazione di azioni illegali senza cedere all'accettazione della deroga alla legalità: quello che sta facendo il Movimento 5Stelle.

Nessun commento: