Cerca nel blog

lunedì 7 gennaio 2019

Si ride per non piangere. 1° Episodio: "Articolo 3 della Costituzione Italiana"

Professore di Diritto ed Economia: "Oggi vi parlerò dell'articolo 3 della Costituzione Italiana.
Costituzione della Repubblica italiana
Art. 3
Tutti i cittadini hanno pari dignità sociale e sono eguali davanti alla legge, senza distinzione di sesso, di razza, di lingua, di religione, di opinioni politiche, di condizioni personali e sociali.
E’ compito della Repubblica rimuovere gli ostacoli di ordine economico e sociale, che, limitando di fatto la libertà e l’eguaglianza dei cittadini, impediscono il pieno sviluppo della
persona umana e l’effettiva partecipazione di tutti i lavoratori all’organizzazione politica, economica e sociale del Paese."


Studenti della V A dell'I.T.E.
Studentessa:"Scusi, professore, una domanda.. Si, si è attinente.. è anche attuale ... diremmo. Ha sentito che la nave battente bandiera olandese, ma Organizzazione Non Governativa tedesca, vuole far sbarcare 49 persone provenienti dall'Africa.. Si quelle che erano su un gommone dei criminali, che si fanno dare i soldi da gente proveniente dai più svariati Paesi africani, appena partito dalla Libia.. e che quando sono arrivate le motovodette della Guardia Costiera Libica la nave ONG ha rifiutato di consegnarli e se li è presi.. e, dicevo, vuole farli sbarcare in Italia perché Malta non li vuole.. Si, lo so, nessuno li vuole, ma il Presidente del Consiglio dei Ministri ha detto che se prendiamo donne e bambini, come ha detto il Viceministro Di Maio, "prendiamo anche i padri perché noi non siamo gente che smembra le famiglie"..
Studente: "Professore, vogliamo dire che.. insomma.. lei sta qui, e a noi ci fa piacere, ma la sua famiglia, come sappiamo tutti qui, sta a 700 chilometri da qua.. e lei ha un figlio piccolo.. Nel suo caso le Leggi di questo Paese non tengono conto che così la sua famiglia è smembrata!
Altro Studente: "E un'altra cosa professore volevamo dire, a proposito della Legge sul reddito di cittadinanza.. I TG hanno detto che, dopo un anno che uno ne ha avuto diritto e lo percepisce, deve accettare anche un lavoro a 250 chilometri da casa, ma con l'eccezione che può rifiutarlo se ha un figlio minore... Insomma, Professore, lei ha studiato, ha vinto un concorso e nessuno si è preoccupato di assegnarla tanto lontano dalla sua famiglia senza possibilità di scelta.. Dove sta allora l'uguaglianza? Le famiglie dei migranti clandestini non si possono smembrare, chi non ha lavoro e lo mantengono e alla fine glielo trovano pure può rifiutarlo se sta più lontano di 250 Km. se ha un figlio minore.. L'Art. 3 della Costituzione questi che ci governano se lo mettono sotto i piedi..., a noi sembra così."

Professore di Diritto ed Economia: "Mi imbarazza il vostro esempio. Posso solo dirvi che capiterà ancora e molte volte di scoprire che la concretezza dei fatti smentisce il dettato Costituzionale... Nel senso che non lo rispetta purtroppo."

Studenti della V A dell'I.T.E.
Studentessa:"Ma scusi, allora a cosa serve studiare la Costituzione? Per scoprire che è una presa i giro visto come vanno i fatti?" 
Studente: "Scusi Professore, ma a me da fastidio che si riempiono la bocca di incostituzionalità solo per le cose che piacciono a loro. Nessuno mette in risalto quello che le abbiamo detto prima, e lei non è l'unico, ci sono madri di famiglia sbattute a 1000 chilometri da casa e non possono dare le dimissioni dopo che sono anni che aspettano il ruolo, nessuno parla di smembramento di nuclei familiari, nessuno dice che oltre i 250 chilometri non si può andare se si hanno figli minori, però Leoluca Orlando parla di non rispetto della Costituzione se non si fanno sbarcare dei clandestini, oppure se si vieta di dare residenza anagrafica a gente che sta qua senza alcun titolo!  Ma questi fanno diventare la Costituzione una cosa che usano secondo il loro comodo!"
Altro Studente:"Se è per questo oggi Leoluca Orlando ha detto in televisione che lui è Professore di Diritto Costituzionale.. Si vede che, siccome facendo il politico diserta le Aule dell'Università, il Diritto Costituzionale se lo è un po' dimenticato!"

Professore di Diritto ed Economia: (triste e un po' avvilito) "Avete ragione ragazzi.. Vi spiego una cosa tanto bella ma tanto non rispettata e invocata a sproposito."

Nessun commento: