Cerca nel blog

mercoledì 30 gennaio 2019

Ho un dubbio...

Ho un dubbio...
Ma se uno si piazza davanti al cancello di casa mia pretendendo di entrare perché ritiene sia un suo diritto, e rimane lì per giorni e giorni, al freddo, sotto la pioggia, finché non arrivano i giornalisti a riprendere il triste caso, poi arrivano i rappresentanti di varie Associazioni Umanitarie (senza fini di lucro per carità!), e tutti dicono che sono disumana a non farlo entrare, additandomi al pubblico ludibrio... Cosa devo fare secondo voi? Devo cedere? Devo farlo entrare senza nemmeno sapere chi sia, dargli un letto, da mangiare, chiamare un medico per visitarlo visto che dice di essere persona cresciuta in mezzo alle guerre, poi torturata e maltrattata, dunque sicuramente non in buona salute? Poi debbo pagargli anche le medicine, si intende.
Mi sorge un dubbio: se non lo faccio sono perseguibile?

Nessun commento: