giovedì 29 giugno 2017

Fazio miliardario con i soldi nostri, Giletti bravissimo fuori, Sciarelli senza telefonino

L'Aria che tira, Che tempo che fa, .... che titoli originali! Il primo talk su La7, il secondo sulla RAI che, senza il suo conduttore e la sua noiosa trasmissione, starebbe in mezzo ad una strada, secondo la Presidente della RAI!
Ne dobbiamo sentire di baggianate! E con che faccia tosta ce le impongono!
Certo mica siamo in Venezuela dove c'è la ribellione perché manca il pane!
Questi lo sanno benissimo che la gente li sgama ma, al massimo, li critica e li disprezza, ma non può scendere in strada e tirare sassi perché deve pagare l'imposta chiamata "canone" e subire certe scellerate scelte.
Giletti, bravo, gradevole, che riusciva a trattenere davanti al televisore gente come me e mio marito refrattari all'ascolto passivo e che preferiscono i libri,  fuori! Senza di lui la RAI non crolla, non verrà licenziato nessuno, e la domenica chissà cosa metteranno per trattenere la gente davanti alla scatola TV.

Giletti faceva inchieste e cercava di inchiodare alle proprie contraddizioni bugiardi di ogni risma: insomma rompeva le scatole alla potente e diffusa categoria dei contaballe nostrani. Faceva ascolto e come! Ma vuoi mettere Fazio con la sua aria da pretino-comunista-radical-chic-leccone dei potenti?

Sciarelli conduce l'unica trasmissione di Servizio alla povera gente che manda la RAI.

La sua impostazione di inchiesta della trasmissione ha aiutato gli inquirenti a risolvere diversi gialli e a stanare diversi assassini che avevano fatto "scomparire" povere vittime.
Forse stanno cercando di silurarla con la storia dell'inchiesta della magistratura sulla Consip: le hanno sequestrato il cellulare. Pensano, i magistrati della Procura di Roma, di trovarci telefonate con il suo amico Woodcock che ha in mano detta inchiesta e telefonate con il giornalista Lillo de Il Fatto Quotidiano che ha pubblicato segreti di detta inchiesta...
Ora... io non penso che Federica Sciarelli sia più stupida ed ingenua di me.. Mi sembra una tosta, per arrivare dove è arrivata.. Ebbene, anche se fosse colpevole, è stata così scema da avere tali contatti tramite telefonino? Pure i bambini sanno che i cellulari sono le grandi spie del nostro tempo: tramite essi sanno dove sei, dove sei stato, cosa hai detto e cosa hai ricevuto, pure se lo hai cancellato, grazie a celle e tabulati!
Dunque se proprio voleva ricevere e passare codeste informazioni lo avrebbe fatto, come avrei fatto io, all'aria aperta, in un parco, oppure con i "pizzini" alla Provenzano, bruciati però subito dopo!
Andiamo! Se è un atto dovuto dell'inchiesta va bene! Ma che volete che trovino nel cellulare di Federica Sciarelli: telefonate con i suoi amici Woodcock e Lillo di sicuro, ma di ben altro tenore!

Nessun commento: