giovedì 4 aprile 2013

Rocca Priora e i rifiuti

Chi segue questo blog avrà già letto cosa penso della gente che si rifiuta di usare le discariche per i rifiuti speciali messe a disposizione dai Comuni. Quella gente che di notte, o se di giorno, si guarda in giro con aria circospetta e poi scarica il materasso, la lavatrice, il pensile vecchi accanto agli indifesi cassonetti della spazzatura ordinaria e poi se ne va infischiandosene alla grande della bruttura che ha sparso sotto gli occhi di chi passa... tanto non c'è la sua firma!

Da: Il Mamilio.it

Rocca Priora pulisce i suoi boschi


Contro rifiuti ingombranti, pericolosi e depositi abusivi L'iniziativa promossa dall'Assessorato all'Ambiente
ROCCA PRIORA (15/7/2011 - ore 10.50) - L'Amministrazione comunale di Rocca Priora ha dato il via libera ai lavori di pulizia dei boschi da rifiuti ingombranti e pericolosi. Partiranno entro questa settimana dunque i lavori di rimozione della spazzatura, in contemporanea all'apposizione di sbarre che impediscano l'accesso alle zone boschive solitamente adibite a depositi abusivi.
L'altra parte del progetto, a cura dell'Assessorato all'Ambiente, guidato da Pino Giovannetti, prevede la creazione di speciali "guardie ambientali" che provvederanno a controllare i boschi del territorio roccapriorese e a sensibilizzare la cittadinanza sulle modalità per una corretta gestione del ciclo dei rifiuti. Le aree interessate dall'operazione saranno quelle limitrofe a via Colle di Fuori, via della Montagna Spaccata e lungo la dorsale di via Tuscolana.

Dò atto al Comune di aver organizzato nel 2011 un sito di raccolta dei rifiuti speciali in Via della Montagna Spaccata dal lunedì al sabato dalle h. 9:00 alle h. 12:00 in cui si potevano conferire i seguenti rifiuti:
Organici: (potature)
Ingombranti: (divani)
Elettronici: (PC, stampanti)
Forse non è stato sufficientemente pubblicizzato perché la gente continua ad ammassare materassi, lavatrici, pensili e orrori vari accanto ai cassonetti.
Produco a testimonianza una rassegna fotografica:
Come si vede il senso civico di certi italiani è sotto lo zero.
Qualche anno fa scrissi alla provincia di Roma ricordando che nello Statuto di essa è stabilito che ha la Responsabilità del Coordinamento dello smaltimento dei rifiuti per il territorio provinciale. Ottenni che inviassero tale cartello.
In Italia le Istituzioni debbono essere sempre stimolate per applicare un minimo delle regole che si sono date... Ma i cittadini, non tutti per fortuna, non vogliono proprio sentir parlare di regole... Forse sono quei dieci milioni che votano per Berlusconi? O forse anche di più? Un conto è atteggiarsi a persona civile, un conto è esserlo nell'agire.
Questa è l'immagine allargata... Come definire le bestie umane che rovesciano i loro rifiuti, le potature dei loro giardini, lungo una strada? Colle Iano sullo sfondo potrebbe costituire un bel panorama... ma così...

Basta che non l'hanno visto mentre lo buttava...

Torno a rinnovare l'invito al Comune di applicare la legge: fate le multe, fate le multe, fate le multe! La legge lo stabilisce e il Comune, sempre a corto di soldi, può fare cassa!

2 commenti:

loredana vangelisti ha detto...

tutto vero .. ma sul sito del comune non c'è scritto un tubo su come e dove gettare i rifiuti ingombranti. Tanto meno come fare la differenziata! Specialmente per noi che siamo abitanti stagionali!
AGGIORNATE IL SITO ALMENO!

Rita Coltellese ha detto...

Gentile Loredana,
il comune di Rocca Priora è indifendibile, su questo tema come su altri: ad esempio l'applicazione della TARI e fra poco toccherà alla TASI, tasse che vengono fatte pagare in modo giusto solo a chi è in regola mentre si consente l'evasione o l'elusione a tanti che hanno ampliato le case abusivamente ed il comune si guarda bene dall'accertare i reali metri quadri di codeste abitazioni, quando potrebbe farlo semplicemente con foto aeree (già fatte peraltro mi dice un tecnico) raffrontate tramite un semplice programma di computer con quanto dichiarato al catasto o all'Ufficio Tributi.
La raccolta differenziata, tanto strombazzata mediaticamente, è partita malissimo anche per noi residenti: prova ne è che ad oggi io non ho il bidone grigio dell'indifferenziata e quelli che ho li ho avuti da poco e me li sono dovuta andare a prendere da sola, nonostante lo strombazzato e "pagato" porta a porta!