martedì 18 settembre 2012

Senza Etica si va a fondo

Stamane ad "Omnibus", condotto da Andrea Pancani su TV La7, si parlava dell'ennesimo scandalo di furto di denaro pubblico: quello di cui ho parlato nel post precedente a questo.
Ospiti in studio: Alessandra Mussolini, Bonelli dei Verdi, un giornalista del "Foglio", un giovane saggista e scrittore dello staff di Matteo Renzi e il benemerito giornalista tedesco Udo Gümpel. 
Andrea Pancani
Perché benemerito? Ma perché è assolutamente super partes, dunque non partigiano miserevole che possa trascinare l'argomento prebende straricche dei nostri eletti nei vari Consigli Regionali, Provinciali, Comunali, nonché alla Camera ed al Senato in una diatriba di squallide ed irresponsabili reciproche accuse e scarica barile senza soluzione, ma va dritto alla realtà dei fatti che conosciamo tutti, con cifre precise.
Dato che si parlava dell'ultima rapina perpetrata ai nostri danni, quella del crapulone Fiorito, Udo Gümpel ha portato l'esempio equivalente alla carica ricoperta (indegnamente) da Fiorito in Consiglio Regionale Lazio nel suo Paese: un loro eletto ad Amburgo, che è il distretto regionale più ricco della Germania, prende euro 2.300 lordi al mese. Poi ha parlato anche di rimborsi spese di euro 350 non ricordo conteggiati come e sulla base di cosa... Ma si vede bene che siamo lontani anni luce dai crapuloni nostrani, ormai fuori da ogni democrazia etica. A questo, non bastante, si aggiunge il furto del denaro pubblico: la corruzione. Uto Gümpel ha portato anche l'esempio delle prebende ai boiardi di Stato che, si era detto stiticamente, bisognava fermare con un tetto!
Ha portato l'esempio dell'equivalente di Manganelli in Germania: prende euro 8.000 mensili!!
Manganelli 10 volte di più!!
E' dall'inizio del 2012 che si sta girando intorno a questo vergognoso problema mentre in Commissione Affari Istituzionali del Parlamento giace un richiesta di Legge di iniziativa popolare che chiede chiarissimamente che gli emolumenti, le prebende varie dei nostri eletti DEBBONO essere adeguati a quanto percepiscono i loro equivalenti europei.
Qui sotto riporto un video del 2008 in cui il giornalista tedesco Udo Gümpel parla senza peli sulla lingua delle distorsioni del nostro Paese.

1 commento:

Anonimo ha detto...

What's up mates, its fantastic article on the topic of cultureand entirely
defined, keep it up all the time.

Have a look at my web page: free backup software