Cerca nel blog

venerdì 16 febbraio 2018

Voragine Balduina, voragine Italia

Eccola lì la bella palazzina costruita negli anni '50 del secolo appena passato da una cooperativa di statali del Ministero dei Lavori Pubblici, gente che di costruzioni edili se ne intendeva... Eccola lì con dentro i grandi ed eleganti appartamenti ben arredati, con i tripli servizi, l'ascensore che profumava di legno lucidato e ben lavorato, dove si conoscevano tutti negli anni '60, perché tutti lavoravano nello stesso Ministero. E' Via Livio Andronico, una strada in leggera salita di un quartiere pregiato di Roma: la Balduina.
Dal quartiere Prati, dove io sono cresciuta, si saliva per Via delle Medaglie d'oro su, alle pendici della collina di Monte Mario, dove in alto erano i quartieri di lusso: Balduina e Belsito.
Vi si respirava un'aria di tranquillità borghese, c'era solo l'autobus 45 che vi saliva, tutti avevano l'automobile e il box chiuso dove parcheggiarla la sera.
Avevo amici che abitavano proprio lì, in quella via. Con alcuni ci siamo persi come accade, ma una famiglia che abitava proprio lì, in quella palazzina tranquilla di una bella via tranquilla, è rimasta nella mia vita fino ad oggi e, quando ho sentito che era sprofondata una strada alla Balduina, ho detto scherzando a mio marito: "Ti ricordi quando Paolo Guzzanti scriveva su "La Repubblica" "Scava la buca, copri la buca"? Ironizzando sulla follia di non organizzare i lavori di scavo delle strade fra le varie Società addette ai servizi, acqua, gas, elettricità.. Così arrivava l'ACEA e faceva uno scavo, finiti i lavori copriva e asfaltava.. Dopo poco arrivava l'Enel o la Società del Gas che doveva fare suoi lavori e riscavava nello stesso punto.. Alla fine si formavano buche di vari metri.. Ricordo in Via Gregorio VII che una volta si aprì una voragine.. Le strade che salgono verso le colline sono anche più a rischio per questo.." Eh, già.. Noi che siamo romani e di una certa età ne abbiamo viste.. Ma voragini così no... Ora siamo giunti anche a questo.
Quando mio padre vendette la casa di Via Ottaviano comprò una casa sopra Via 
Gregorio VII, verso l'Aurelia antica, e lì la mania di "Scava la buca, copri la buca" si estrinsecava soprattutto sulla grande via Gregorio VII, dove noi passavamo per arrivare nel nostro quartiere. Qualche volta si deve essere aperta qualche buca pure su, verso la Balduina... Ma una simile voragine non si era mai vista. Ridevo ripensando all'arguta ironia del papà di Corrado, Sabina e Caterina Guzzanti... Poi ho sentito e visto al TG che si trattava di Via Livio Andronico...
Allora ho telefonato alle mie amicizie ed ho appreso che una delle palazzine evacuate è proprio la loro. Ho visto i filmati e l'ho riconosciuta... La casa dei miei amici valeva più di un milione di euro, anche adesso che il mercato immobiliare è sceso per la crisi delle vendite...
Penso al nipote di chi quella casa l'ha costruita, un dipendente, come detto, del Ministero dei Lavori Pubblici, che si è dovuto trasferire con la famiglia nella casa del padre in Prati, per fortuna una casa grande ed accogliente... Ma il disagio di lasciare le proprie cose, di non sapere quando si potrà rientrare.. 
Ma soprattutto il danno enorme al valore della casa...
Sono riusciti a far arrivare il degrado fino su, fino ad un quartiere tranquillo, scavando senza criterio e senza controllo fino a creare perdite d'acqua!
Prima lì c'era una chiesa con annessa, se non ricordo male, una scuola retta da religiosi. Per i credenti era comoda. L'hanno distrutta per far posto alla voragine, prodromo della solita speculazione edilizia.. E chi ancora crede deve arrivare a S. Paola per andare a messa... ma è più lontana.
Penso al nonno del giovane che vi abita ora, penso cosa potrebbe pensare quel gentile signore così elegante, eccellente esperto di costruzioni, nel vedere questa follia, questo scempio operato senza controllo... Per fortuna non c'è più e non vede a quale punto siamo arrivati nel degrado di questa città, di questa società in decadenza.
Il Sindaco di Roma ha detto che la magistratura accerterà le responsabilità, che qualcuno pagherà.. Fra quanto tempo? E nel frattempo chi paga sono i cittadini che vedono intorno a sé sfaldarsi ogni certezza... tutto sprofonda nella voragine Italia...

Nessun commento: