Cerca nel blog

giovedì 17 agosto 2017

Il mostro dietro la faccia non si vede

Da: Quotidiano.Net

Maurizio Diotallevi ha confessato di avere ucciso la sorella, pare per questioni economiche, e poi di averla fatta a pezzi.

" Capisco che susciti orrore, ma dietro alla malvagità umana, che non ha limite, non è detto ci sia per forza una patologia psichiatrica. Del resto, gli omicidi più efferati sono spesso commessi da persone di cui poi i vicini di casa dicono ‘Era così gentile, salutava sempre’...".

(Professor Renato Ariatti, psichiatra e docente all’Alma Mater di Bologna)


Grande, grandissimo questo psichiatra.
Ha detto, da uomo di Scienza, quello che nei miei scritti ho cercato di analizzare attraverso il mezzo dello scrivere, romanzi e racconti.
Non tutti sono mostri di questa portata, ma di sicuro tanti nascondono brutture dell'anima dietro varie maschere. D'altra parte di "maschere" ha scritto e parlato un grande della Letteratura: Luigi Pirandello.
La considerazione poi del professore di psichiatria sui vicini di casa che dicono ‘Era così gentile, salutava sempre’..." pur nella drammaticità dell'argomento mi ha fatto sorridere, giacché è una considerazione che tante volte abbiamo fatto con mio marito. Ricordo ai tempi delle Brigate Rosse, quando scoprivano qualcuno che era affiliato e che aveva armi in casa e magari aveva sparato a qualche povero Carabiniere, si leggeva sui giornali il commento dei vicini di casa che puntualmente era: "Una persona così educata e gentile: salutava sempre!"
Alla gente un poco superficiale basta poco per dare un buon giudizio su una persona.

Nessun commento: