Cerca nel blog

domenica 25 settembre 2016

Ma i 5 Stelle sono... anche questo... Purtroppo!

Da: Il Post

Il deputato M5S, “Zeitgeist” e i microchip

Durante la puntata di martedì sera di Ballarò è stata trasmessa un’intervista a Paolo Bernini, neo deputato del Movimento 5 Stelle eletto in Emilia Romagna. Bernini, che ha 25 anni, ha parlato di un documentario sulle teorie del complotto che gli «ha fatto vedere il mondo in modo completamente diverso», Zeitgeist, e ha detto (facendo riferimento a una vecchia leggenda metropolitana):
«Non so se lo sapete ma in America hanno già iniziato a mettere i microchip all’interno delle persone, è un controllo di tutta la popolazione»

Paolo Bernini

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
on. Paolo Bernini
Bandiera italiana
Parlamento italiano
Camera dei deputati
Paolo Bernini daticamera.jpg
Luogo nascitaCento
Data nascita3 luglio 1987
Titolo di studioLaurea in tecnologia della comunicazione
Professionestudente
PartitoMovimento 5 Stelle
LegislaturaXVII
GruppoM5S
CircoscrizioneXI (Emilia Romagna)
Pagina istituzionale
Paolo Bernini (Cento3 luglio 1987) è un politico italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Entra a far parte del Meetup "Amici di Beppe Grillo" di San Pietro in Casale nel 2009 e nello stesso anno si candida a Sindaco nella medesima città con la "lista civica Beppegrillo.it" prendendo il 4,6%[1] dei voti risultando non eletto.
Alle parlamentarie[2] del Movimento 5 stelle del dicembre 2012, si candida proponendosi come ambientalista, animalista, vegano e sbattezzato[3]. Risulterà ricevere un totale di voti 116 voti e verrà inserito come sesto in lista[4] alla Camera dei Deputati nella circoscrizione XI Emilia-Romagna per il Movimento 5 Stelle.
Alle elezioni politiche del 2013 viene eletto deputato della XVII legislatura della Repubblica Italiana nella circoscrizione XI Emilia-Romagna per il Movimento 5 Stelle.

Controversie[modifica | modifica wikitesto]

L'On. Bernini ha ricevuto l'attenzione della stampa per alcuni suoi interventi, dentro e fuori il Parlamento, basati su teorie del complotto e leggende metropolitane.
  • Nel marzo del 2013 ha affermato che in America verrebbero inseriti microchip nel corpo umano per tenere sotto sorveglianza la popolazione.[5][6]
  • A settembre ha sostenuto che l'attentato al World Trade Center «fu un lavoro interno» definendo la versione ufficiale come «palesemente falsa».[7]
  • A novembre ha messo in dubbio la morte di Osama bin Laden.[8]
  • Nel giugno del 2013[9], del 2014[10] e in quello del 2015[11] si è recato nei pressi del Gruppo Bilderberg con Carlo Sibilia per porre l'attenzione sul meeting che, secondo loro, avrebbe lo scopo di influenzare la politica internazionale.
  • Ha firmato un disegno di legge presentato alla Camera dei Deputati nel febbraio 2014 in cui si legge che esistono collegamenti tra le vaccinazioni e alcune malattie, compreso l'autismo: un'ipotesi avanzata da Andrew Wakefield rivelatasi poi una frode scientifica.[12]
  • Ha focalizzato la sua attenzione sulle ricerche condotte su macachi nello stabulario di Modena, diffondendo in rete un video[13] smentito pochi giorni dopo da Pro-Test Italiapoiché contenente informazioni decontestualizzate e manipolate ad arte.[14]
  • In seguito all'attentato alla sede di Charlie Hebdo del gennaio 2015 ha rilanciato un articolo di Aldo Giannuli su Facebook aggiungendo che tutte le più recenti guerre che hanno coinvolto gli Stati Uniti d'America hanno origine da finti attacchi nemici ("false flag").[15]
  • In occasione di un tragico incidente avvenuto durante le prove del Palio di Siena per la carriera del 2 luglio 2015, ha depositato una interrogazione parlamentare sulla morte della cavalla Periclea e dichiarato di aver incaricato il suo ufficio legale di valutare gli estremi di una denuncia per maltrattamento ed uccisione animale[16]: l'iniziativa ha provocato una forte reazione da parte del MoVimento 5 Stelle di Siena che si dissocia con forza dalle sue iniziative "decisamente affrettate e a dir poco approssimative sul nostro Palio."[17]

Nessun commento: